menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Strisce bianche in Centro a Brindisi

Strisce bianche in Centro a Brindisi

Parcheggi: la mappa dei posti non a pagamento

Da oggi strisce bianche in Centro: i posti gratuiti sono 919. Stamattina qualche problema in via Braico: prima mano di vernice chiara, poi il blu. A pagamento restano 428 stalli. Ticket di un euro l'ora, tranne in via Spalato e in via del Mare dove entrano in vigore le fasce da due euro dalle 7.15 alle 14.15 e dalle 14.16 alle 21.15

BRINDISI – Più pennellate di colore bianco sull’asfalto e sulle basole del centro a Brindisi, zona interna alle mura, che significano parcheggi non a pagamento: gli stalli gratis sono 919 rispetto ai 428 delimitati dalle strisce blu che indicano la sosta a fronte di un ticket pari a un euro l’ora, eccezione fatta per via Spalato dove sono previsti 164 posti e via del Mare, 80 posti, con fasce orarie da due euro, dalle 7.15 alle 14.15 e dalle 14.16 alle 21.15.

strisce bianche bis Brindisi-2Il nuovo piano della sosta, varato dal commissario Cesare Castelli, è entrato in vigore questa mattina (lunedì 4 aprile) non senza qualche intoppo di carattere organizzativo come quello registrato in via Cesare Braico, dove le iniziali strisce bianche sono diventate blu a distanza di poco tempo come raccontano i residenti. Qui gli addetti del settore Segnaletica stradale della Multiservizi, la società partecipata che si occupa della gestione dei parcheggi a Brindisi, hanno iniziato a lavorare per disegnare sulla strada i rettangoli destinati ai posti auto ma anziché alternare tratti di stalli gratis a quelli a pagamento, hanno dato una mano di bianco lungo tutta la strada. Il tempo di verificare le indicazioni e il colore è stato corretto lì dove era necessario.

Per gli automobilisti il bianco che adesso si vede nella zona del Centro è un respiro di sollievo, soprattutto per quanti giornalmente per motivi di lavoro arrivano in zona e sono alla ricerca di un posto e non hanno la possibilità di chiedere l’abbonamento che il Comune ha previsto per i lavoratori, dopo aver confermato i pass per i residenti. Caccia disperata, il più delle volte. Tutti alla ricerca di uno stallo non a pagamento. Dove sono, allora, le strisce bianche?

Il comandante Teodoro NigroLa mappa è la seguente, BrindisiReport la riporta integralmente facendo riferimento all’allegato della delibera firmata dal commissario con i poteri della Giunta, dopo aver sentito il comandante dei vigili urbani, Teodoro Nigro (nella foto):  cinque stalli non a pagamento sono stati previsti in via Corte Bari, 12 in Largo Angioli, otto in Largo Concordia, due in Largo della Volta, 29 in Largo Guglielmo da Brindisi, otto in Largo Palumbo, cinque in Largo San Paolo, otto in Largo Sciabiche, otto in piazza Azzolino, 16 in piazza Cavalerio, sette in piazza San Teodoro D’Amasea, sette in via Annunziata, 30 in via Appia, tre in via Assennato, 17 in via Marzolla, 18 in via Bari, 13 in via Barletta, undici in via Bastioni San Giorgio, 12 in via Belvedere, 37 in via Castello, 22 in via Cavour, 16 in via Cittadella Nuova, dieci in via Cortine, dieci in via de’ Leo, tre in via de’Ripa, sei in via de’ Vavotici, 22 in via dei Mille, sei in via della Monica, uno in via della Zecca, 27 in via Federico di II di Svezia, 23 in via Giordano Bruno, cinque in via De Roma, cinque in via Gorizia, 21 in via Lata, tre in via Lauro, due in via Madonna della Neve, quattro in via Marco Pacuvio, undici in via Maglie, sei in via Masaniello, 12 in via Mattonelle, undici in via Montenegro, sette in via Moricino, 15 in via Pasquale Camassa, cinque in via Pipino, undici in via Pisanelli, 22 in via Porta Lecce, due in via Protospata, otto in via Rodi, 23 in via Sant’Aloy, sette in via Dionisio, nove in via Santa Lucia, sei in via San Nicolicchio, nove in via San Sebastiano, sette in via Santa Teresa, 18 in via Saponea, otto in via Selvaggi, 15 in via Taccone, undici in via Taranto, otto in via Trani, 12 in via Trieste, 38 in via XX Settembre, quattro in vico de’ Martinez, 47 in piazza Crispi, 33 in via Bastioni Carlo V, 80 in via del Mare, 26 in via Nazario Sauro, sei in via de’ Flagilla.

Il parcheggio costerà la metà nelle zone di periferia: qui è prevista la tariffa di 50 centesimi per ogni ora di sosta. Di seguito le strade, quartiere per quartiere, in cui sono previste strisce blu a pagamento.

viale commenda-2Nella zona della Commenda: 198 stalli a pagamento in viale Commenda (nella foto), 125 nel piazzale antistante il Tribunale, 75 in via Dalmazia, 111 in via Tor Pisana, 41 in via Imperatore Augusto, 100 in viale Aldo Moro, 26 in via Marche, 75 in viale Togliatti.

Rione Cappuccini: 92 posti a pagamento in piazza Di Summa, 69 in via Grazia Balsamo, 80 in via Cappuccini e 199 in via Appia.

Per il parcheggio dell’ospedale sono stati previsti 400 posti, per metà dei quali sarà in vigore il ticket base pari a 50 centesimi l’ora oppure la tariffa giornaliera pari a tre euro, tanto per i feriali che per i festivi o ancora il pagamento di due euro a fascia, ossia dalle 7 alle 14 e poi dalle 14.01 sino alle 21. L’altra metà resta non a pagamento. Il Comune e la Asl formalizzeranno l’intesa con una convenzione.

Quanto ai posti auto in contrada Masseriola la tariffa è unica ed è pari a un euro e 50

Per la zona a disposizione nei pressi dello scalo aeroportuale, ossia il piazzale antistante la basilica Santa Maria del Casale, la tariffa è unica ed è pari a tre euro e 50 al giorno oppure sosta breve pari a un massimo di due ore gratuite.

La disciplina dei pass prevede il diritto per le persone fisiche, residenti nelle zone a pagamento, di averne uno solo per nucleo familiare per il veicolo di proprietà o comunque intestato (contratto di leasing), dietro pagamento  di un “contributo pari a 40 euro l’anno, più dieci euro a titolo di spese”. Possono, infine, essere rilasciati pass a medici di base convenzionati Asl, nella zona a tariffa all’interno della quale si trova lo studio, titolari di autoscuole per tutte le auto usate per le lezioni, titolari di strutture ricettive (un pass ogni dieci camere), sempre al costo di 40 euro l’anno più dieci di spese.

Brindisi MultiserviziSul fronte degli abbonamenti, il Comune ha previsto tale disciplina per i lavoratori, anche non residenti a Brindisi, al costo annuale di 220 euro o di 110 semestrale, in entrambi i casi con spese pari a dieci euro. La pratica sarà istruita dalla Multiservizi (nella foto accanto la sede della società).

Il costo scende a 40 euro l’anno più dieci si spese, per i lavoratori del Tribunale i quali potranno usare l’abbonamento solo nei 16 stalli in via Lanzillotti. Stesso costo e spese identiche per gli avvocati che richiedano l’abbonamento valido unicamente in viale Togliatti.

L’ultima novità riguarda il servizio di telepark che dovrebbe entrare in vigore dal 30 giugno prossimo: sarà possibile pagare la tariffa mediante l’uso di telefoni mobili o rete fissa.

Dal comando di polizia municipale ricordano che nelle “Ztl”, le zone a traffico limitato, è consentita la sosta, oltre che ai residenti, a quanti siano stati autorizzati. Il riferimento è relativo alle “Sciabbiche, a via Colonne e via de’ Balzo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento