rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Nuovo trasporto aereo per trapianto

BRINDISI – Nuova missione di soccorso con trasporto sanitario di urgenza per l’Aeronautica Militare, chiamata all’intervento dalla prefettura di Lecce a favore di un paziente salentino in imminente pericolo di vita. L’intervento è avvenuto stamani dall’aeroporto militare.

BRINDISI - Nuova missione di soccorso con trasporto sanitario di urgenza per l'Aeronautica Militare, chiamata all'intervento dalla prefettura di Lecce a favore di un paziente salentino in imminente pericolo di vita. L'intervento è avvenuto stamani dall'aeroporto militare "Orazio Pierozzi" di Brindisi dove l'uomo, un 46enne atteso a Bologna per un trapianto, è giunto con un'ambulanza del 118 accompagnato da alcuni familiari, che lo hanno seguito sino a destinazione.

Ne dà notizia il comando del Distaccamento aeroportuale di Brindisi dell'Aeronautica Militare: "Dopo aver ricevuto la richiesta da parte della Prefettura di Lecce, la Sala Situazioni di Vertice dello Stato Maggiore Aeronautica ha disposto l'impiego immediato di un velivolo Falcon 50 del 31° Stormo di Ciampino (Roma) per consentire il trasporto sanitario d'urgenza del paziente", si spiega in un comunicato.

Il velivolo, proveniente dall'aeroporto militare 'Guardiamarina Agostino Brunetta' di Ciampino, giunto presso il Distaccamento Aeroportuale di Brindisi alle ore 07.38, dopo aver imbarcato il paziente, è ripartito alle ore 07.56 alla volta dell'aeroporto 'G. Marconi' di Bologna. Il paziente, accompagnato durante il volo da alcuni familiari, giunto a Bologna è stato subito trasferito con un'ambulanza presso il l'Ospedale Sant'Orsola del capoluogo emiliano per essere sottoposto al delicato intervento".

"Gli aeromobili del 31° Stormo di Ciampino (Roma) sono utilizzati per il trasporto di Stato e per missioni di pubblica utilità, quali il trasporto sanitario d'urgenza di ammalati, traumatizzati gravi e organi per trapianti, nonché per interventi a favore di persone in situazioni di rischio. Quest'ultima è un'attività che, a causa dell'imminente pericolo di vita delle persone trasportate, impone un adeguato livello di prontezza, ventiquattr'ore al giorno, 365 giorni all'anno. L'aeroporto di Brindisi è spesso utilizzato per queste tipologie di voli in quanto strategicamente vicino alle maggiori strutture ospedaliere del Sud Salento".

Il Distaccamento aeroportuale dell'Aeronautica Militare "T.V. Orazio Pierozzi", alle dipendenze del vice comandante logistico, assicura il supporto alle operazioni di "peacekeeping" del Centro Servizi Globale delle Nazioni Unite (UNGSC) e umanitarie della Base di Pronto Intervento Umanitario delle Nazioni Unite (UNHRD). Inoltre il distaccamento fornisce, sempre 24 ore su 24, per 365 giorni all'anno, assistenza ai servizi della navigazione aerea all'aviazione civile, ai velivoli di passaggio appartenenti ai Paesi della Nato, provvedendo nelle funzioni di comando del Presidio Aeronautico al supporto logistico ed amministrativo degli enti di forza armata dell'area brindisina.

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo trasporto aereo per trapianto

BrindisiReport è in caricamento