Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Odore di bruciato a bordo di un Airbus: atterraggio d'emergenza a Brindisi

Atterraggio di emergenza, intorno alle 13.00 di oggi (7 dicembre), presso l’Aeroporto del Salento per un Airbus 320 partito da Zurigo con 127 passeggeri a bordo e diretto ad Atene. La causa, un forte odore acre che si è propagato all’interno del velivolo. Sulla pista si sono subito recati i vigili del fuoco

BRINDISI - Atterraggio di emergenza, intorno alle 13.00 di oggi (7 dicembre), presso l’Aeroporto del Salento per un Airbus 320 partito da Zurigo con 127 passeggeri a bordo e diretto ad Atene. La causa, un forte odore acre che si è propagato all’interno del velivolo.

Sulla pista si sono subito recati i vigili del fuoco del distaccamento aeroportuale e una squadra di colleghi partita dalla caserma di via Nicola Brandi, oltre alle forze dell'ordine. I pompieri sono saliti a bordo per accertare l’origine dello strano odore, che si è scoperto provenire da una boccetta di etere contenuta in un bagaglio. Molto probabilmente il potente sistema di areazione dell’Airbus ha fatto sì che l’odore si propagasse per l’intera cabina passeggeri.
Nulla di preoccupante quindi, ma le procedure da adottare in questi casi hanno costretto il pilota ai comandi ad optare per un atterraggio prima del tempo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Odore di bruciato a bordo di un Airbus: atterraggio d'emergenza a Brindisi

BrindisiReport è in caricamento