rotate-mobile
Cronaca

Odori notturno di bruciato: Legambiente scrive a Comune e Arpa

Una lettera inviata dal circolo di Brindisi di Legambiente al commissario straordinario Santi Giuffrè, alla direzione del dipartimento Arpa di Brindisi e al comando provinciale dei carabinieri

BRINDISI - “In questi giorni abbiamo ricevuto varie segnalazioni ed abbiamo effettuato verifiche in merito alla diffusione verso l'area urbana di emissioni maleodoranti provenienti dall'area industriale nelle ore notturne. Tutto farebbe pensare che la causa possa essere correlata alla  combustione di materiale plastico (copertoni),  e ciò che inquieta particolarmente e che tali eventi si verifichino di notte quando i controlli e l'attenzione nell'area industriale ovviamente sono molto minori”.

E’ il contenuto di una lettera inviata dal circolo di Brindisi di Legambiente al commissario straordinario Santi Giuffrè, alla direzione del dipartimento Arpa di Brindisi e al comando provinciale dei carabinieri. Lettera che contiene una richiesta di verifica strumentale a riscontro delle numerose ripetute segnalazioni giunte dai cittadini. Del resto, esistono anche immagini, come quella che vi proponiamo, di roghi notturni. Questo era visibile da via Benvenuto Cellini al quartiere S. Elia alcune sere addietro, in concomitanza con la percezione del lezzo di materiale bruciato.

“Lo stesso sen. Vittorio Zizza, vice presidente della Commissione Ambiente del Senato, ha comunicato di aver ricevuto segnalazioni similari. Ai destinatari della presente, si chiede – conclude la lettera di Legambiente - di verificare se le centraline di rilevamento della qualità dell'aria abbiano rilevato valori notturni maggiori degli indicatori monitorati e di procedere a controlli specifici tesi ad individuare la sussistenza di quanto segnalato e gli effetti ambientali connessi, assumendo i consequenziali provvedimenti di competenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Odori notturno di bruciato: Legambiente scrive a Comune e Arpa

BrindisiReport è in caricamento