menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oltre 40 incendi in tutta la provincia: altra giornata impegnativa per i pompieri

In fiamme sterpaglie e canneti fra Brindisi, Mesagne, San Vito dei Normanni e Latiano. Continue richieste di intervento giunte al centralino dei vigili del fuoco

BRINDISI – Gli incendi boschivi non danno tregua ai vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi. Anche quella odierna (9 giugno) è stata una giornata massacrante per i pompieri, a causa del forte vento che ha sferzato la provincia. Dalle 8 alle 19,30, sono stati più di 40 gli interventi effettuati dalle due squadre in servizio presso la caserma di Brindisi, oltre a quelli effettuati dalle due squadre dei distaccamenti di Francavilla Fontana e Ostuni.

I fronti più impegnativi si sono aperti a Mesagne, Latiano, San Vito dei Normanni, nelle fasce a sud della provincia, nei terreni incolti del rione Sant’Angelo, a Brindisi, e nelle campagne di contrada Montenegro.

E’ qui che sono stati spenti gli ultimi focolai di una interminabile giornata. Gran parte dei roghi ha interessato erbacce rinsecchite che per mesi sono cresciute indisturbate, a causa dell’incuria di privati ed enti pubblici. Nelle campagne di Cellino San Marco e nei campi che circondano il PalaPentassuglia sono andati a fuoco anche dei canneti.

A metà mese, con l’avvio della campagna di prevenzione degli incendi boschivi lanciata dalla Regione Puglia, le squadre di via Nicola Brandi e dei distaccamenti saranno supportate dalle squadre boschive. Ma i carichi di lavoro resteranno notevoli per i pompieri del comando provinciale di Brindisi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento