menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oltre trentamila persone controllate tra porto e aeroporto: arresti e denunce

Controlli a tappeto da parte della polizia di Frontiera al varco doganale di Costa Morena e all'aeroporto di Brindisi dove ogni giorno transitano fino a 20mila passeggeri. Negli ultimi due mesi sono state controllate 32.749 persone e 2756 veicoli

BRINDISI – Controlli a tappeto da parte della polizia di Frontiera al varco doganale di Costa Morena e all’aeroporto di Brindisi dove ogni giorno transitano fino a 20mila passeggeri. Negli ultimi due mesi sono state controllate 32.749 persone e 2756 veicoli. Nell’ultima settimana tre uomini sono stati denunciati. Uno perché sorpresa a imbarcare un’Audi Q7 rubata in Olanda e gli altri due si sono resi responsabili del trasporto di una Porche 911 Carrera Cabrio senza le dovute autorizzazioni trattandosi di un’auto acquistata in leasing.

Il primo episodio risale al 19 luglio scorso, a finire nel mirino dei controlli, intensificati per gli attentati terroristici verificatisi nelle ultime audi-2-3settimane, la M/N “Euroferry Egnazia” diretta in Grecia. L’attenzione dei poliziotti, coordinati dal vice questore aggiunto Mario Marcone, è stata diretta a un’Audi Q7 con targhe tedesche, del valore di 80mila euro, condotta da un cittadino Bulgaro Y. Y. P. di 45 anni. Dagli accertamenti è emerso che l’auto aveva il numero di telaio contraffatto e, attraverso la consultazione delle banche dati che era stata rubata in Olanda a giugno scorso. Il conducente è stato denunciato per appropriazione indebita e ricettazione. L’auto sequestrata.

porche-3Il secondo episodio risale a domenica 25 luglio e ha riguardato una bisarca dove, tra le auto trasportate, c’era una Porche 911 con targhe italiane, del valore di circa 120mila euro. Dagli accertamenti è emerso che era stata acquistata con un contratto di leasing e che stava per essere esportata all’estero senza le previste autorizzazioni da parte della proprietà. Denunciati per appropriazione indebita sia l’autista della bisarca, di nazionalità bulgara I.G.R. di 33 anni, che il titolare del contratto di leasing, di nazionalità italiana G.T. di 57 anni residente a Roma. In tutto durante i controlli eseguiti da giugno a luglio sono state arrestate  5 persone, denunciate 17, due i veicoli sequestrati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento