Omicidio Carvone: eseguita l'autopsia, lunedì i funerali del 19enne

Si svolgeranno presso la chiesa Cuore Immacolato di Maria, al rione Perrino, le esequie di Giampiero Carvone, il giovane ucciso la notte del 10 settembre con un colpo di pistola alla testa

BRINDISI – Domani (lunedì 16 settembre) l’ultimo saluto a Giampiero Carvone. Si svolgeranno alle ore 16, presso la chiesa Cuore Immacolato di Maria, al rione Perrino, i funerali del 19enne ucciso la notte del 10 settembre con un colpo di pistola alla nuca, sotto alla sua abitazione in via Tevere. Il pm Raffaele Casto ha disposto la restituzione della salma ai familiari nella tarda mattinata di oggi (15 settembre). Sempre in mattinata il medico legale Mauro Ciavarella ha effettuato l’autopsia sul corpo del giovane. 

L’esame autoptico, i cui risultati verranno depositati entro i prossimi 90 giorni, consentirà, fra l’altro, di delineare la traiettoria del proiettile che ha colpito Carvone alla nuca. Gli investigatori ipotizzano che la vittima sia stata colpita alle spalle, da un uomo che si era appostato vicino al portone di ingresso, al civico 19, dello stabile in cui il 19enne risiedeva con i genitori e i fratelli. L’agguato è scattato intorno all’1 di martedì. Carvone con ogni probabilità doveva vedersi con qualcuno che lo attendeva sotto casa, inconsapevole di andare incontro a una trappola mortale. Non appena il 19enne ha messo piede sul marciapiede, sono partiti tre colpi calibro 7.65.

Omicidio Carvone, il luogo in cui è avvenuto lpagguato-2

Una pistolettata è andata a segno. Le altre due sono andate a finire sulla parte bassa (la portiera lato guidatore e poco sopra la ruota posteriore sinistra) della carrozzeria di una Mercedes parcheggiata di fronte al portone. I proiettili hanno danneggiato anche un finestrino della macchina e il vetro dello stesso portone. Il padre di Carvone, allarmato dagli spari, è subito sceso in strada per soccorrere il figlio, mentre il killer si dileguava verso Corte Sele, attraverso un varco fra due palazzi. Da lì si è dileguato. 

Via Tevere, omicidio Giampiero Carvone-3

Il 19enne, soccorso dal personale del 118, era ancora vivo quando è arrivato presso l’ospedale Perrino di Brindisi, ma la ferita letale non gli ha lasciato scampo. I poliziotti della Squadra mobile di Brindisi al comando del vicequestore Rita Sverdigliozzi stanno lavorando a ritmo serrato per risalire al movente e all’autore dell’omicidio, avvenuto nella zona delle case parcheggio del Perrino, in un contesto di degrado.

Il padre di Giampiero, Piero Carvone, intanto, anche stamattina ha manifestato il suo dolore, attraverso un messaggio condiviso su Facebook. “Tranquillo – si legge nel post – Gigi, io e la mamma saremo sempre con te e un giorno ci riabbracceremo di nuovo: riposa in pace amore nostro”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabiniere contromano, un morto e due feriti: arrestato

  • Cattivi odori dalla lavatrice: alcuni rimedi naturali per eliminarli

  • Falso allarme bomba: tribunale di Brindisi evacuato per due ore

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Temporali e scirocco: allerta meteo gialla per Brindisi e Salento

  • Anziani investiti e uomo colto da malore: momenti di paura in centro

Torna su
BrindisiReport è in caricamento