Omicidio Maldarella, fermati anche il padre e la madre dell'arrestato

Ulteriore svolta nelle indagini della Mobile e del commissariato di Ostuni: dopo Lorenzo Moro, in carcere Domenico Germano Moro e Cinzia D'Amico. Il delitto durante una lite nella tarda serata di sabato 13 luglio

OSTUNI – Dopo Lorenzo Moro, 20 anni, dichiarato in arresto nella notte tra sabato e domenica scorsi come autore materiale dell’omicidio del 44enne Giuseppe Maldarella, gestore di una caffetteria di piazza Matteotti a Ostuni, nuova svolta nelle indagini condotte dalla Squadra mobile di Brindisi e dal commissariato della Città Bianca: la polizia ha sottoposto a fermo anche il padre e la madre del giovane, Domenico Germano Moro di 45 anni, e Cinzia D’Amico di 41 anni.

Questa conclusione investigativa è stata frutto dell’ascolto di varie testimonianze e dei sopralluoghi, proseguiti anche dopo le attività condotte nell’immediato sui luoghi dove si è svolta la tragica vicenda, tra via Massimo D’Azeglio, una stradina che si imbocca da via Rossetti, a poche decine di metri da viale Pola, e dove risiede la famiglia Moro. Qui la vittima si era recata, pare assieme alla moglie, per affrontare questioni legate al rapporto tra Lorenzo Moro e una sua figlia.

Le dinamiche della lite, e soprattutto il movente esatto della stessa, sono al centro di ulteriori indagini della Mobile e del commissariato, coordinate dal pm Livia Orlando. Lorenzo Moro è stato già interrogato dagli inquirenti una prima volta nelle ore successive al delitto (è difeso dall’avvocato Vincenzo Lanzillotti). Maldarella al culmine dello scontro con la famiglia Moro è stato circondato e accoltellato più volte. Poi ha tentato di raggiungere l’ospedale, trascinandosi sino alla sua Fiat Punto bianca, passando da via D’Azeglio a via Machiavelli, una traversa che sbocca su corso Garibaldi.

Ma la Punto, dopo aver percorso un breve tratto di corso Garibaldi, si è fermata contro il marciapiede e il palo del semaforo, all’incrocio con via Fogazzaro. Maldarella era già agonizzante. È stato soccorso da una equipe del 118 di passaggio, che assieme a un’auto medica trasportata all’ospedale di Ostuni un cittadino africano. Poi la vittima è stata presa a bordo da una seconda ambulanza, ma è spirata in ospedale. Due membri della famiglia Moro, intanto – ha fatto sapere la polizia – si recavano al pronto soccorso dell’ospedale di Fasano per farsi medicare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

  • Furto al bancomat con inseguimento: banditi cadono in strapiombo

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento