rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Cronaca

Omissione quotazioni e mancata verifica clientela: irregolarità in alcuni "Compro oro"

L'intervento della guardia di finanza nel Brindisino è valso a verificare il rispetto della normativa antiriciclaggio

BRINDISI - Sono state registrate diverse irregolarità per alcuni esercenti del settore "compro oro" del Brindisino. In tutta la provincia, infatti, sono stati avviati 13 controlli da parte delle fiamme gialle, con l'analisi di circa 1600 operazioni finanziarie. 

In particolare, per una società con sede nel territorio è stata accertata l’omessa indicazione delle quotazioni dei metalli preziosi e dell’orario di effettuazione delle operazioni di compravendita. Il legale rappresentante è stato, pertanto, segnalato, ai fini amministrativi, al Prefetto di Brindisi. Ad intervenire, a seguito di un controllo, la compagnia di Francavilla Fontana. 

In un altro caso, i finanzieri della compagnia di Ostuni hanno individuato una gioielleria che ha effettuato l’esercizio, non autorizzato, dell’attività di “compro oro”. Il titolare è stato, dunque, deferito alla locale Procura della Repubblica per l’omessa iscrizione obbligatoria nel registro istituito presso l’organismo degli agenti e mediatori (Oam).

Nell’ambito dello stesso settore, il nucleo di polizia economico-finanziaria di Brindisi ha concluso un controllo nei confronti di un professionista da cui sono emerse violazioni in materia di adeguata verifica della clientela.

L'attività generale dei finanziari è rientrata in un piano di controlli nei confronti di “money transfer”, esercenti e distributori del gioco, nonché di operatori “compro oro” al fine di verificare il rispetto della normativa antiriciclaggio. Quest’ultima, infatti, prevede, da un lato, una serie di obblighi a carico di una platea molto ampia di operatori privati al fine di impedire che il sistema finanziario possa essere utilizzato a scopo di riciclaggio e, dall’altro, disposizioni molto stringenti per chi acquista oro.

Il rispetto delle disposizioni antiriciclaggio è condizione indispensabile per individuare i capitali di origine illecita e per contrastare quelle condotte in grado di inquinare l’economia legale e di alterare le condizioni di concorrenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omissione quotazioni e mancata verifica clientela: irregolarità in alcuni "Compro oro"

BrindisiReport è in caricamento