menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Operazione antidroga nel Leccese: 55 indagati, arresti anche a Brindisi

L’operazione “short message”, nell’ambito della quale risultano indagati complessivamente 55 persone, è stata condotta dalla stazione carabinieri di Specchia (Le)

BRINDISI - Dalle prime luci dell’alba di oggi, nelle province di Lecce, Brindisi e Bari, militari della compagnia carabinieri di Tricase (Le), supportati da quelli dei reparti territorialmente competenti, nonché dal 6° nucleo elicotteri di Bari, dallo squadrone eliportato cacciatori di Puglia e dal nucleo cinofili di Modugno (Ba), stanno eseguendo 41 ordinanze di custodia cautelare (30 in carcere e 11 di sottoposizione agli arresti domiciliari) emesse dal Gip presso il Tribunale di Lecce, su richiesta della locale Procura della Repubblica - Dda, nei confronti di altrettanti soggetti indagati, a vario titolo, di “associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti (art. 74 d.p.r. 309/90)”, “detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso (art. 73 d.p.r. 309/90)”, “estorsione” e “detenzione e porto illegale di armi”. Individuato un fiorente canale di approvvigionamento riconducibile anche ad esponenti di agguerrito clan malavitoso della predetta località barese, i quali, a loro volta, si rifornivano da soggetti di nazionalità albanese.

Il brindisino arrestato è Teodoro Vindice 52 anni, soggetto già noto, alias "padre", trasferito in carcere. 

SHORT MESSAGE 4-2

Il video del blitz

L’operazione “short message”, nell’ambito della quale risultano indagati complessivamente 55 persone, è stata condotta dalla stazione carabinieri di Specchia (Le) con il supporto del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Tricase (Le) da ottobre 2015 a dicembre 2017, consentendo di documentare le attività delinquenziali di 2 distinte associazioni finalizzate al traffico di sostanze stupefacenti.

SHORT MESSAGE 2-2

La prima attiva sui territori di Tricase (Le) e Tiggiano (Le), con ramificazioni nel capoluogo brindisino e nella città di Terlizzi (Ba), dedita alla gestione del traffico di sostanze stupefacenti (cocaina, eroina, marijuana e hashish) sulle piazze di spaccio di numerosi comuni della provincia di Lecce, individuando i fiorenti canali di approvvigionamento riconducibili ad esponenti di un agguerrito clan malavitoso della predetta località barese (dello russo - ficco), i quali, a loro volta, si rifornivano anche da soggetti di nazionalità albanese. La seconda, operante su Taurisano (Le) e Corsano (Le), riguardante principalmente il traffico e lo spaccio di eroina nei paesi del basso Salento, gestito da esponenti della criminalità del quartiere 167 della città di Lecce.

SHORT MESSAGE 7-2

L’indagine, supportata da attività tecniche e con il sostegno tecnico-logistico della direzione centrale servizi antidroga, è stata sviluppata mediante numerose attività che hanno consentito, nel tempo, di riscontrare le condotte delinquenziali, consentendo l’effettuazione di 13 (tredici) arresti per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e il sequestro di ingenti quantitativi di droga, nonché di una pistola walther ppk calibro 7,65 e relativo munizionamento.

Gli altri arrestati

In carcere sono finiti: Ivan Abate, 39enne di Taurisano; Stefano Bleve, 40enne di Corsano; Antonio Calò, 46enne leccese noto come "Nano"; Omar Alberto Caloro, 28enne di Tricase; Omar Capece, 28ene di Alessano; Giulio Carangelo, 50enne taurisanese noto come "Chiacchiera"; Donato Rosario Colona, 42enne di Taurisano noto come "Zappa"; Roberto Corpus, 53enne di Lecce; Dario De Angelis, 29enne di Tricase; Mario De Luca, 42enne leccese; Michela De Ruvo, 30enne di Terlizzi; Giambattista De Sario, 43enne di Terlizzi noto come "Rocky"; Roberto Dello Russo, 38enne di Terlizzi noto come "Malandrino"; Paolo Ficco, 39enne di Terlizzi; Luca Andrea Frattolillo, 33enne di Tricase;  Luca Frisone; 47enne leccese noto come "Frisa"; Alessandro Manni, 46enne di Taurisano, noto come "Mesciu"; Sergio Margoleo, 26enne di Ugento; Gianni Martella, 32enne di Corsano; Simone Martella, 35enne di Tiggiano noto come "Moto"; Pasquale Nestola, 49enne di Collemeto, noto come "Ciccio"; Antonio Orlando, 27enne di Corsano; Sergio Panarese, 34enne di Tricase noto come "Fragola"; Nadia Pispero, 48enne di Taurisano; Antonio Rizzo, 33enne di Taurisano noto come "Maiato"; Giovanni Rizzo, 50enne di Taviano noto come "Collana"; Pamela Rizzo, 26enne di Tricase; Stefano Schirinzi, 26enne di Tiggiano noto come "Servola"; Matteo Zocco, 23enne di Corsano. Altri due, non ancora rintracciati, sono stati intanto localizzati all'estero e prestosaranno raggiunti dalle forze dell'ordine.

Ristretti ai domiciliari, invece: Eros Calabrese, 31enne di Corsano; Rocco Ciullo, 22enne di Morciano di Leuca; Alessandro De Iaco, 35enne di Poggiardo; Emanuela Elia, 43enne di Tricase nota come "Mena"; Cristian Fortiguerra, 32enne di Tricase noto ocme "Crigu"; Nadir Frisullo, 25enne di Tricase; Massimiliano Petracca, 40enne di Castrignano del Capo; Simone Piani, 29enne di Alessano; Donato Angelo Rainò, 51enne di Taviano noto come "Donatello"; Roberto Santo, 44enne leccese detto "Gemello"; Salvatore Savarelli, 24enne di Gagliano del Capo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento