rotate-mobile
Cronaca Fasano

Operazione Asterix, interrogatori di garanzia venerdì

FASANO – Saranno interrogati venerdì mattina, a partire dalle 10, gli arrestati nel corso dell’Operazione Asterix della Squadra Mobile di Brindisi e della Dda di Lecce, accusati di associazione per delinquere finalizzata al traffico delle sostanze stupefacenti e alle estorsioni. Non solo quelli arrestati ieri mattina, ma anche Angelo Milanese, 23 anni, di Fasano, che era l'unico sfuggito alla cattura e che nelle ore successive si è presentato ai carabinieri spontaneamente, evidentemente dopo essersi reso conto che non era certamente facile far fronte alla latitanza. Tra gli arrestati (ma ai domiciliari) c’è anche il medico fasanese Leonardo Arnese ritenuto responsabile di favoreggiamento personale nei confronti di uno degli indagati.

FASANO - Saranno interrogati venerdì mattina, a partire dalle 10, gli arrestati nel corso dell'Operazione Asterix della Squadra Mobile di Brindisi e della Dda di Lecce, accusati di associazione per delinquere finalizzata al traffico delle sostanze stupefacenti e alle estorsioni. Non solo quelli arrestati ieri mattina, ma anche Angelo Milanese, 23 anni, di Fasano, che era l'unico sfuggito alla cattura e che nelle ore successive si è presentato ai carabinieri spontaneamente, evidentemente dopo essersi reso conto che non era certamente facile far fronte alla latitanza. Tra gli arrestati (ma ai domiciliari) c'è anche il medico fasanese Leonardo Arnese ritenuto responsabile di favoreggiamento personale nei confronti di uno degli indagati.

Angelo Milanese è uno dei più giovani degli affiliati a questo clan che faceva riferimento, secondo il sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia di Lecce Alberto Santacatterina, e il sostituto procuratore di Brindisi Silvia Nastasia, a Ugo Gallo, 60 anni, al figlio Giovanni, 37 anni, e alla moglie albanese di quest'ultimo Jeriselda Dane, di 32 anni. Un gruppo bene organizzato comandato da Giovanni e Jeriselda, ma guidato dalla vera mente, e cioè da Ugo Gallo. In mattinata, quando i poliziotti della Squadra mobile si sono recati a casa sua, era stato trovato. In serata si è presentato ai carabinieri ed è stato tradotto in carcere dopo che gli è stata notificata l'ordinanza emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lecce Nicola La riccia.

Gli altri arrestati sono Mauro De Caro, 38 anni, soprannominato Kojak (per la somiglianza e la testa rasata come il famoso tenente dei telefilm); Angelo Greco di 20 anni; Francesco Pellegrino, 57 anni, arrestato a Bari, fornitore delle sostanze stupefacenti al gruppo fasanese, e Fiorenzo Schiavone, 45 anni, tutti di Fasano. L'operazione Asterix nasce da intercettazioni telefoniche che i poliziotti della Mobile stavano effettuando nel 2007 indagando su un giro di estorsioni a Cisternino che portò all'arresto di Raffaele Elia, 55 anni, e Donato Gentile, 48 anni, entrambi di Cisternino (il processo è in corso, la prossima udienza è fissata per il 24 settembre) e alla scoperta di un Kalashnikov che portò all'arresto di Vincenzo Bleve di Tuturano.

Intercettando Bleve gli agenti scoprirono che durante la sua detenzione in carcere dava indicazioni al nipote di rifornirsi di droga dalla albanese Jeriselda Dane. Partendo da questa donna gli investigatori hanno ricostruito tutto. Arrivando anche a Leonardo Arnese, che non solo faceva uso di droga, ma si sarebbe prodigato, su richiesta di Gallo padre di far passare per ferite provocate da una caduta quelle che invece erano ferite prodotte da percosse. Arnese, medico anestesista, tempo fa aveva lasciato l'ospedale di Fasano, e attualmente lavorava nell'ospedale di Ostuni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione Asterix, interrogatori di garanzia venerdì

BrindisiReport è in caricamento