Cronaca Oria

Traffico di sostanze stupefacenti: quattro indagati davanti al gip

Si sono svolti nella mattinata di oggi gli interrogatori di garanzia di quattro dei sette arrestati nell’ambito dell’operazione Bucket

ORIA - Si sono svolti nella mattinata di oggi gli interrogatori di garanzia di quattro dei sette arrestati all’alba di ieri, martedì 6 ottobre, nell’ambito dell’operazione Bucket che ha smantellato un grosso giro di spaccio a Oria. 

Sono stati ascoltati del giudice per le indagini preliminari Andrea Summa (33 anni), Fabrizio Russo (43 anni), Emanuele Martina (22 anni) e Alessandro De Michele (21 anni). I primi tre, per i quali è stato disposto il trasferimento in carcere, sono difesi dall’avvocato Pasquale Annicchiarico. De Michele, già in carcere per altri fatti, dall’avvocato Pesce. 

Martina ha ammesso tutte le responsabilità, Russo e Summa hanno rigettato le accuse dichiarandosi innocenti. Il legale valuterà se ricorrere al tribunale del Riesame per richiedere la revoca della misura cautelare.  Alessandro De Michele si è avvalso della facoltà di non rispondere. 

L'operazione Bucket

Gli altri, Filippo Fraccalvieri (20 anni), Alessandro Soliberto (23 anni) e Andrea Lodeserto (25 anni), tutti ai domiciliari, verranno ascoltati domani. 

Sono 12 in tutto gli indagati, sono accusati di “Traffico di sostanze stupefacenti in concorso continuato". Le indagini condotte dai carabinieri di Oria, diretti dal luogotenente Roberto Borrello, hanno portato alla luce un’attività di spaccio al minuto di differenti tipologie di sostanze stupefacenti (eroina, hashish e marijuana) svolta con abitualità da nove degli indagati. 

Emanuele Martina è considerato l’indagato coinvolto nella maggior parte degli episodi di spaccio. La sua auto fu dotata di Gps, i militari monitorando i suoi spostamenti riuscirono a sequestrare tre chili e mezzo di sostanze stupefacenti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di sostanze stupefacenti: quattro indagati davanti al gip

BrindisiReport è in caricamento