Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca

Operazione “Grid”: sequestri e denuncia per reati ambientali anche da parte dei forestali

Denunciato il titolare della ditta di rottamazione e recupero per gestione di rifiuti in difformità dalla prescritta autorizzazione

BRINDISI - Anche i carabinieri Forestali hanno effettuato le verifiche di competenza sull’ esercizio di rottamazione veicoli e recupero veicoli usati, alla periferia di Brindisi, oggetto di sequestro nell'ambito dell’ perazione dei carabinieri denominata“Grid”, che il 26 maggio scorso si è conclusa con l'arresto di 29 persone

Il titolare della stessa, D.C. 42 anni, è stato deferito alla Procura della Repubblica di Brindisi, per gestione di rifiuti in difformità dalla prescritta autorizzazione, di cui all’ art. 256, comma 4, del Decreto legislativo n. 152 del 2006 (“Testo Unico Ambientale”) e di falso ideologico, secondo l’ art. 483 del codice penale, per la mendace attestazione di avvenuta rottamazione dei veicoli sottoposti a sequestro.

Nei successivi accertamenti, i militari della Ssazione Forestale di Brindisi e del Nucleo Investigativo (Nipaaf) hanno appurato che alcuni veicoli fuori uso erano parcheggiati in un’area esterna pavimentata con materiale stabilizzato di cava, e non su quella interna, impermeabilizzata e con raccolta delle acque di piazzale, come previsto dall’ autorizzazione rilasciata alla ditta dalla Provincia.

Inoltre, i veicoli risultavano cancellati dal Pubblico Registro Automobilistico e rottamati, in realtà erano ancora sul posto così come caricati, e quindi come rifiuti. Pertanto, i Carabinieri Forestali procedevano al sequestro penale probatorio di 8 veicoli, di cui 1 allo stato di carcassa bruciata, nonché del Registro Autodemolitori della ditta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione “Grid”: sequestri e denuncia per reati ambientali anche da parte dei forestali

BrindisiReport è in caricamento