rotate-mobile
Cronaca San Vito dei Normanni

Operazione Uragano, scarcerato dopo la condanna in Appello

Torna in libertà Roberto Calò: la Corte accoglie l'istanza della difesa. L'imputato condannato a un anno e otto mesi, era stato in carcere tre anni

SAN VITO DEI NORMANNI - Scarcerato dopo la sentenza d'Appello legata all'inchiesta della Dda di Lecce chiamata Uragano sul traffico e sullo spaccio di droga: Roberto Calò, 35 anni, di San Vito dei Normanni, è stato rimesso in libertà a distanza di 24 ore dal verdetto della Corte. Il collegio ha accolto la richiesta presentata dall'avvocato difensore Giacomo Serio in relazione al fatto che l'imputato aveva un presofferto, in regime di custodia cautelare, superiore alla pena rideterminata in Appello.

giacomo serio-3Calò, infatti, in secondo grado è stato condannato a un anno e otto mesi di reclusione. In regime di custodia preventiva è stato quasi tre anni. In primo grado era stato condannato alla pena di sei anni e 11 mesi. Il penalista, subentrato nella difesa di Calò in Appello, ha impugnato chiedendo la rideterminazione della pena in relazione a un solo episodio di spaccio di minore entità, senza contestazione della recidiva. Richiesta accolta dalla Corte salentina.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione Uragano, scarcerato dopo la condanna in Appello

BrindisiReport è in caricamento