rotate-mobile
Cronaca Cisternino

Opere abusive, costruttore in cella

CISTERNINO – Nel 2007 fu denunciato per una costruzione, per conto di altre persone, in aree sottoposte a vincolo storico, artistico, archeologico, paesistico e ambientale senza autorizzazioni, nel cuore della Città Bianca. Nel 2010 fu condannato con il beneficio della pena sospesa poi rigettata, ieri, è stato raggiunto da un ordine di carcerazione emesso dalla procura della Repubblica del tribunale di Brindisi.

CISTERNINO ? Nel 2007 fu denunciato per una costruzione, per conto di altre persone, in aree sottoposte a vincolo storico, artistico, archeologico, paesistico e ambientale senza autorizzazioni, nel cuore della Città Bianca. Nel 2010 fu condannato con il beneficio della pena sospesa poi rigettata, ieri, è stato raggiunto da un ordine di carcerazione emesso dalla procura della Repubblica del tribunale di Brindisi.

Ora dovrà scontare 14 giorni di carcere e pagare una multa di 36mila euro. Protagonista di questa vicenda giudiziaria un artigiano di Cisternino di 54 anni, Michele Pezzolla. Il provvedimento è stato eseguito dai carabinieri della compagnia di Fasano nel pomeriggio di ieri che dopo l'espletamento delle formalità di rito hanno trasferito il libero professionista cistranese nel carcere di Brindisi.

L'uomo, che, prima di questa vicenda, non ha mai avuto problemi con la giustizia, all'epoca dei fatti fu denunciato in concorso con altri soggetti, l'opera che costruì non aveva tutte le autorizzazioni necessarie ed era stata edificata in una zona sottoposta a vincoli.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Opere abusive, costruttore in cella

BrindisiReport è in caricamento