rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca

Ordigni bellici sul fondale: interdetto lo specchio d'acqua all'esterno della diga

La Capitaneria di porto ha emesso un'ordinanza di interdizione dello specchio d'acqua antistante la parte terminale della diga foranea di Punta Riso in seguito al rinvenimento di una cassa che si presume possa contenere quattro parti di arma, probabilmente dei mortai. Si tratta di quattro oggetti cilindrici scoperti dai sommozzatori dei vigili del fuoco

BRINDISI – La Capitaneria di porto ha emesso un’ordinanza di interdizione dello specchio d’acqua antistante la parte terminale della diga foranea di Punta Riso in seguito al rinvenimento di una cassa che si presume possa contenere quattro ordigni, probabilmente dei mortai. Scoperti dal locale Nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco, i presunti residuati bellici (quattro oggetti cilindrici lunghi ciascuno circa 100 centimetri e del diametro di circa 30 centimetri) giacciono sul fondale, in prossimità del punto di coordinate 40° 49’ 50.7” N – 017° 59’ 35.1” E.

Quasi nello stesso punto, lo scorso dicembre, venne recuperata un’altra cassa contenente bombe di mortaio. La bonifica, in quel caso, fu affidata ai militari del nucleo di intervento speciale della Marina militare denominato Sdai (Servizio difesa antimezzi insidiosi). Gli  ordigni vennero fatti brillare all’alba del 6 dicembre, con l'ausilio degli uomini della Guardia Costiera di Brindisi, in condizioni di massima sicurezza e sotto la supervisione del comandante della Capitaneria, il Esterno Diga Punta Riso-2capitano di vascello Mario Valente.

Con un intervento analogo, si provvederà alla bonifica dell’area in cui sono stati ritrovati i quattro presunti pezzi di mortaio. Fino a quando non verranno completate le operazioni, dunque, è stato interdetto alla navigazione, all’ancoraggio, alla pesca, al transito, alla balneazione e a ogni altra attività in mare lo specchio acque compreso entro i 200 metri dalla zona di mare centrata sul punto di coordinate: latitudine 40° 49’ 50.7” N e Longitudine 017° 59’ 35.1” E.

Tale divieto non riguarda ovviamente i mezzi della Guardia costiera, delle forze di polizia e dei mezzi impegnati nelle operazioni di bonifica, che dovranno adottare ogni cautela per la salvaguardia della vita umana in mare, della sicurezza della navigazione marittima e per la tutela dell’ambiente marino. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordigni bellici sul fondale: interdetto lo specchio d'acqua all'esterno della diga

BrindisiReport è in caricamento