Incendi boschivi: nuove disposizioni per privati e società pubbliche

Ordinanza emessa dal Comune di Brindisi nell'ambito della campagna di prevenzione dei roghi estivi

Foto di repertorio

BRINDISI – Anche il Comune di Brindisi si adegua alle disposizioni della Regione Puglia per la prevenzione degli incendi boschivi. Il sindaco Riccardo Rossi e il responsabile del servizio di Protezione civile comunale, l’ingegnere Giuseppe Augusto, hanno emesso un’ordinanza che fornisce una serie di prescrizioni alle quali i proprietari dei terreni devono attenersi, nella stagione estiva. 

I privati sono tenuti ad effettuare le “necessarie opere di prevenzione antincendio mediante la pulizia dei suddetti siti, provvedendo alla rimozione di erba secca, sterpi, residui di vegetazione ed ogni altro materiale infiammabile o comunque realizzare fasce protettive o precese di larghezza non inferiore a 15 metri lungo tutto il perimetro del proprio fondo, prive di residui di vegetazione, in modo da evitare che un eventuale incendio, attraversando il fondo, possa propagarsi alle aree circostanti e/o confinanti”. 

Il documento prevede degli obblighi anche per gli enti di gestione di infrastrutture e servizi. In particolare le società di gestione
delle Ferrovie, Anas, le società di gestione di servizi idrici, la società Autostrade, la Provincia e i Consorzi di bonifica sono tenuti a “coadiuvare le strategie di prevenzione, provvedendo, lungo gli assi infrastrutturali di rispettiva competenza (ivi compresi i tratturi), con particolare riguardo nei tratti di attraversamento di aree boscate, cespugliate, arborate e a pascolo insistenti sul territorio comunale o in prossimità di esse, alla pulizia delle banchine, cunette e scarpate, mediante la rimozione di erba secca, residui vegetali, rovi, necromassa, rifiuti ed ogni altro materiale infiammabile creando, di fatto, idonee fasce di protezione al fine di evitare che eventuali incendi si propaghino alle aree circostanti o confinanti”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento