menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Agenti della Polfer

Agenti della Polfer

Organici Polfer, appello del sindaco

BRINDISI – Poco più di un mese fa intervenne l'osservatorio sindacale della Polizia di Stato (costituito da Siulp, Sap e Silp), oggi è il sindaco di Brindisi, Mimmo Consales, a porre l'attenzione sulle conseguenze a livello di sicurezza della carenza di personale della Polizia Ferroviaria della sottosezione di Brindisi.

BRINDISI - Poco più di un mese fa intervenne l'osservatorio sindacale della Polizia di Stato (costituito da Siulp, Sap e Silp), oggi è il sindaco di Brindisi, Mimmo Consales, a porre l'attenzione sulle conseguenze a livello di sicurezza della carenza di personale della Polizia Ferroviaria della sottosezione di Brindisi.

La stazione ferroviaria a causa del numero ridotto di agenti è priva di controlli negli orari notturni. Un fatto "preoccupante" se si tiene conto che la stazione ferroviaria di Brindisi funge anche da punto di sosta di convogli con carichi altamente pericolosi costituiti da sostanze chimiche e prodotti petroliferi. Il primo cittadino chiede l'intervento del ministro dell'Interno.

"Proprio a causa della cronica carenza di personale - afferma Consales in una nota diramata agli organi di informazione - lo scalo passeggeri ferroviario di Brindisi resterà privo di controlli di polizia durante le ore notturne e comunque, pur immaginando l'impiego di altri reparti delle forze dell'ordine, certamente non potrà essere garantita la copertura per 24 ore. Un fatto estremamente preoccupante, soprattutto se si considera che questa circostanza potrebbe distogliere uomini e mezzi dai controlli di prevenzione sull'intero territorio cittadino".

"Un altro elemento inquietante - aggiunge il sindaco - è rappresentato dal fatto che la carenza di organico della Polfer, nonostante l'abnegazione del personale in servizio - fa inevitabilmente diminuire il livello di controlli durante il transito di carri ferroviari (per giunta nel pieno centro abitato di Brindisi) destinati al trasporto di merci pericolose provenienti dal Petrolchimico o da altri insediamenti industriali brindisini.

Un motivo in più per chiedere al Ministro dell'Interno un intervento deciso, teso a ripristinare i livelli occupazionali minimi necessari per offrire alla cittadinanza ed ai fruitori del trasporto ferroviario condizioni accettabili di sicurezza".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento