rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Francavilla Fontana

Ori dell’Addolorata, errore dei ladri

FRANCAVILLA FONTANA – I monili in oro, dono dei fedeli, erano ben cuciti sotto le vesti della statua della Madonna dell'Addolorata, quello che è stato rubato è solo la corona e il pugnale ma sono di ottone. Il sacrilegio, però, quello c'è stato tutto.

FRANCAVILLA FONTANA - I monili in oro, dono dei fedeli, erano ben cuciti sotto le vesti della statua della Madonna dell'Addolorata, quello che è stato rubato è solo la corona e il pugnale ma sono di ottone. Il sacrilegio, però, quello c'è stato tutto. Qualcuno nella notte scorsa si è introdotto nella Chiesa di Santa Chiara a Francavilla Fontana e ha profanato la statua della Vergine. Questo "qualcuno" ora lo cercano i carabinieri della locale compagnia.

Inizialmente quando il sacrestano questa mattina ha aperto la Chiesa di Santa Chiara, conosciuta anche come se della confraternita "Orazione della buona morte", situata accanto alla basilica in piazza Giovanni XXIII, e ha visto la statua della Madonna senza corona e senza il pugnale che le trafigge il petto, ha pensato che la scultura sacra era stata derubata anche degli ori, collanine, bracciali, spille, collane e anelli, donati dai fedeli in segno di sacrificio, nel corso degli anni.

Sul posto si è immediatamente recata una pattuglia dei carabinieri che, sotto la direzione del capitano Giuseppe Prudente, ha avviato le indagini tese all'identificazione dei ladri. Quando la statua è stata spostata per essere sottoposta a ulteriori perizie, poi, è emerso che indossava una veste che copriva l'abito originale tempestato di monili in oro, tutti appuntati con spille da balia.

I malfattori, o il malfattore, che la notte scorsa si sono introdotti nella chiesa profanando la statua della Vergine, togliendole la corona e il pugnale, non si sono accorti degli ori appuntati sotto le vesti.

Forse non li hanno nemmeno cercati, avendo tra le mani una corona e un pugnale luccicanti come l'oro. Non sapevano che si trattava di imitazioni. Quelli originali, infatti, sono sigillati in una cassaforte di una banca del posto, e vengono tirati fuori solo in occasione della tradizionale processione del Venerdì Santo, uno dei riti religiosi più suggestivi e più partecipati della Puglia.

Don Alfonso Bentivoglio nelle prossime ore dovrà integrare la denuncia contro ignoti formulata nella stessa mattinata di oggi per permettere ai carabinieri di avviare le indagini. Il furto nella chiesa di Santa Chiara a pochi giorni dall'inizio dei riti della settimana santa ha suscitato non poche polemiche tra i cittadini, che chiedono maggiori controlli, telecamere e più illuminazione.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ori dell’Addolorata, errore dei ladri

BrindisiReport è in caricamento