In casa aveva 82 grammi di marijuana: arrestato

Nei guai un 20enne, ai domiciliari per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

ORIA - Durante la perquisizione i carabinieri hanno scoperto 82 grammi di marijuana: finisce nei guai un 20enne di Oria. I militari della stazione di Oria, a conclusione degli accertamenti, hanno arrestato in flagranza di reato Silvio Scarciglia, 20enne del luogo, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In particolare, il giovane, a seguito di perquisizione domiciliare presso l’abitazione di residenza, è stato trovato in possesso di 82 grammi di marijuana e relativo materiale utile per la pesatura e il confezionamento, occultati nella sua camera da letto. Su disposizione dell’autorità giudiziaria, al termine delle formalità di rito, il 20enne è stato posto presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sulla Brindisi-Bari, muore un motociclista brindisino

  • "Da venerdì scuole chiuse in Puglia": Emiliano firma l'ordinanza

  • Scontro alla zona industriale, giovane motociclista perde la vita

  • Virus: schizzano i contagi, chiuse altre scuole nel Brindisino

  • Trovata morta nell'auto in cui viveva: dramma della solitudine al cimitero

  • Coronavirus, continuano ad aumentare i nuovi positivi e i ricoveri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento