Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Ospedale Perrino, nuovo acceleratore lineare per la radioterapia

Il direttore dell’unità: “Sostituzione urgente, quello in dotazione si è fermato per un guasto a un componente non più in manutenzione”. Bando con spesa pari a due milioni e 215mila euro: richiesta di finanziamento alla Regione per accedere ai fondi europei Fesr

BRINDISI – Bando urgente per un nuovo acceleratore lineare per la Radioterapia al Perrino: la Asl ha dato il via libera alla fornitura “chiavi in mano” per due milioni e 215mila euro, somma che intende finanziare con l’accesso ai fondi europei Fesr. L’apparecchiatura chiesta dall’Azienda sanitaria locale viene definita di ultima generazione essendo in grado di attuare trattamenti complessi e precisi nei casi di tumori gravi e andrà a sostituire quella attualmente in dotazione al reparto che potrebbe fermarsi di nuovo. Il rischio del possibile blocco è alla base della procedura di gara aperta approvata con delibera il 12 ottobre scorso, dopo la segnalazione del funzionamento a singhiozzo del direttore dell’Uoc di radioterapia dell’ospedale Antonio Perrino di Brindisi.

Reparto di Ematologia dell'ospedale PerrinoImpossibile tollerare ancora i guasti. Assurdo, stando a quando si legge nella nota scritta dal primario il 30 settembre scorso, dopo l’ennesimo “guasto di un componente non più in manutenzione” che ha determinato il “fermo”, come in altri occasioni, andando a interrompere servizi essenziali per il cittadino.

L’urgenza e la indifferibilità nella fornitura sono stati comunicati anche al Dipartimento per la Promozione della salute rimarcando da un lato la necessità di garantire continuità nell’assistenza ai pazienti e dall’altro il buon andamento delle attività istituzionali con un richiamo alla Costituzione italiana.

La spesa necessaria all’acquisto è stata inserita nel piano degli investimenti della Asl di Brindisi 2016-2018 allegato al bilancio economico preventivo approvato il 7 dicembre 2015. Tenuto conto del numero di prestazioni di radioterapia nel periodo compreso tra il 2014 e i primi sei mesi del 2016, è possibile affermare che si tratta di un “servizio rivolto soprattutto verso il territorio”, considerazione che ha portato la direzione dell’Azienda sanitaria locale di Brindisi ad avanzare richiesta di finanziamento presso la Regione in modo da ottenere fondi europei Fesr della linea 9.2 del programma operativa che arriva sino al 2020.

Il capitolato speciale, più esattamente, ha per oggetto la fornitura di un acceleratore lineare da 6 MV per trattamenti con tecniche avanzate Imrt Igrt, Stereotassi cranio e body nonché Gating Respiratorio. “Il tutto dovrà essere integrato con il sistema computerizzato per piani di trattamento e con il sistema di Registrazione e Verifica già installati presso la Radioterapia”, si legge. Il capitolato comprende anche “lo smaltimento completo delle apparecchiature presenti nel vecchio Servizio di Radioterapia dell’ex Ospedale Di Summa, quella per Cobaltoterapia marca GE modello Alcyon II (contenente una sorgente di Cobalto 60, quella per Plesioterapia marca Siemens modello Dermopan e quella  per Roentgneterapia marca Siemens modello Stabilpan”.

Sarà a carico della ditta aggiudicataria “assicurare la garanzia sulle apparecchiature e sugli impianti specifici al funzionamento delle stesse per un periodo minimo di due anni a far data dal verbale di collaudo con esito positivo”, nonché “l’informazione, la formazione e l’addestramento del personale sanitario e tecnico indicati dall’Azienda” e ancora “l’assistenza tecnica post garanzia per un periodo di tre anni per le apparecchiature che compongono il sistema medicale completo ovvero non riferito alle forniture secondarie legate agli impianti elettrici, meccanici”.

Responsabile unico del procedimento di gara è Anna Camassa, dirigente Amministrativo Appalti e Contratti dell’Area Gestione del Patrimonio dell'Asl, mentre per gli aspetti tecnici c’è Gianluca Pisani, collaboratore tecnico professionale, in servizio presso l’Area Gestione Tecnica quale direttore dell’esecuzione del contratto e coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale Perrino, nuovo acceleratore lineare per la radioterapia

BrindisiReport è in caricamento