Cronaca

Aggredisce portinaio e personale sanitario per un ansiolitico: arrestato

E' stato arrestato per lesioni personali aggravate, furto pluriaggravato, interruzione di Pubblico servizio e porto di oggetti atti a offendere il responsabile dell'aggressione al Pronto soccorso di Ostuni

OSTUNI – E’ stato arrestato per lesioni personali aggravate, furto pluriaggravato, interruzione di Pubblico servizio e porto di oggetti atti a offendere il responsabile dell’aggressione al Pronto soccorso di Ostuni nei confronti di portanio e personale sanitario, verificatasi mercoledì 29 giugno scorso. Si tratta di Giuseppe Morelli, 39enne del posto, già noto per reati e comportamenti simili oltre che per spaccio. Ad arrestarlo gli agenti del locale commissariato di Polizia diretti dal commissario capo Gianni Albano. Il portinaio ha riportato traumi al capo, al costato, all’addome, alla spalla e a uno degli arti inferiori, giudicati guaribili “salvo complicazioni”, nel giro di un mese.

Secondo quanto ricostruito, il 39enne si era recato al Pronto soccorso di Ostuni per prendere un flacone di un ansiolitico. Ma per Giuseppe Morelli-2raggiungere il presidio sanitario ha lasciato la sua auto davanti alla sbarra metallica che chiude l’ingresso dell’ospedale, in una posizione che bloccava l’uscita e l’entrata dei mezzi di soccorso, e quando il portinaio glielo ha fatto notare chiedendogli di spostarla, lo ha aggredito brutalmente. "Colpendolo ripetutamente con calci e pugni di irrefrenabile violenza, rincarando la sua furia, con la minaccia di ucciderlo”, si legge nella nota di descrizione dei fatti, diffusa dal commissario Alabano. Non contento e soprattutto quando ha visto altra gente giungere in soccorso della vittima ha afferrato la stampella del portiaio colpendolo al costato e al torace. Si è poi diretto nel Pronto soccorso e dopo aver minacciato e aggredito verbalmente i presenti ha preso il flaconcino che gli serviva da un armadietto, fuggendo. Intanto era stato richiesto l’intervento della polizia così la fuga si è conclusa in pochi secondi, una pattuglia lo ha sorpreso mentre si allontava riuscendo a bloccarlo, grazie anche all’ausilio del personale sanitario e a una pattuglia della Guardia di finanza.

Perquisito è stato trovato oltre che con il flaconcino rubato poco prima, anche con un coltello a serramanico con la lama lunga 23,5 centimetri. Lo teneva in una tasca dei pantaloni. Con non poche difficoltà è stato trasferito negli uffici del commissariato per le formalità di rito e poi arrestato.“Il celere intervento della Polizia di Stato ha potuto scongiurare il peggio, evitando scenari infausti che, la quasi indomabile collera ed agitazione dell’arrestato, lasciavano presagire – spiega Albano - la sinergia tra l’Istituzione e i cittadini che hanno scelto la strada del coraggio della denuncia deve rappresentare la via maestra da percorrere per il perseguimento del fine della sicurezza ed incolumità pubbliche”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggredisce portinaio e personale sanitario per un ansiolitico: arrestato

BrindisiReport è in caricamento