Traffico di migranti: due scafisti brindisini dal carcere ai domiciliari

Antonio Olimpio e il cantante neomelodico Francesco Tassone vennero arrestati a giugno dalla guardia di finanza, al largo di Otranto

BRINDISI – Dopo quasi otto mesi di carcere, tornano a casa in regime di domiciliari i due brindisini che il 2 giugno 2016 vennero arrestati per traffico di clandestini al largo di Otranto (Lecce). Si tratta i Antonio, detto Tony, Olimpio e del cantante neomelodico Francesco Tassone. Entrambi sono difesi dall’avvocato Luca Leoci, la cui richiesta di attenuazione della misure cautelare è stata accolta dal gip del tribunale di Lecce, Vincenzo Brancato, dopo che analoga istanza era stata bocciata mesi fa dal tribunale del Riesame. Antonio Olimpio e Francesco Tassone-2

I due erano alla guida di uno scafo in vetroresina di circa 7 metri, munito di un motore da 150 cavalli, con a bordo 10 migranti provenienti dalla Somalia. Lo scafo venne intercettato da una vedetta veloce del Roan della Guardia di finanza a breve distanza dalla costa nella zona di Orte, mentre stava raggiungendo la terra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I finanzieri, vista la vicinanza con la costa, diedero l’allarme tramite sala operativa per ricevere supporto sia da mare che a terra con pattuglie e si diressero sullo scafo, riuscendo, nonostante le difficoltà della vicinanza della costa, a porre fine alla corsa del mezzo e ad individuare gli scafisti e catturarli. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Agguato al rione Sant'Elia: giovane automobilista ferito alla gamba

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Tenta rapina in rivendita di pane, il titolare reagisce e lei fugge: denunciata

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento