rotate-mobile
Cronaca Francavilla Fontana

Presunte truffe alle assicurazioni: ottiene i domiciliari uno degli indagati

Si tratta del 35enne Giacomo Martina. Il provvedimento di attenuazione della misura cautelare è stato disposto dal gip

FRANCAVILLA FONTANA – Lascia il carcere una delle persone coinvolte nell’inchiesta su un presunto giro di incidenti falsi o gonfiati a Francavilla Fontana, per truffare le compagnie assicurative. Si tratta del 35enne Giacomo Martina. L’uomo, difeso dagli avvocati Luca Mangia ed Elvia Belmonte, è tornato a casa in regime di domiciliari. Il provvedimento di attenuazione della misura cautelare è stato emesso dal gip del tribunale di Brindisi, Maurizio Saso, dopo che l’indagato è stato interrogato dal pm. Nei giorni scorsi il riesame aveva disposto la revoca della misura dei domiciliari a carico del 55enne Piero Russo. In precedenza avevano ottenuto la libertà anche il medico di base in pensione Giuseppe Fusco e Vincenzo Camassa.

Complessivamente furono 12, tutte residenti a Francavilla Fontana, le persone arrestate lo scorso 14 marzo (cinque in carcere, sette ai domiciliari), su un totale di 162 indagati, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip, su richiesta del pm Francesco Carluccio. Il provvedimento restrittivo è scaturito dalle indagini condotte dalla guardia di finanza di Francavilla Fontana. Contestati a vario titolo i reati di associazione per delinquere, frode in danno di compagnie assicuratrici, falsità ideologica in atti pubblici (certificati del pronto soccorso), falsità in altri certificati medici, falsa testimonianza, corruzione in atti giudiziari. I fatti si sarebbero verificati fra il 2015 e il 2019.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunte truffe alle assicurazioni: ottiene i domiciliari uno degli indagati

BrindisiReport è in caricamento