rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca

Palazzetto: possibili aperture sull'ampliamento

BRINDISI - Suona un po’ come una apertura quella del sindaco Mennitti circa la proposta del patron dell’Enel Basket di ampliare il palazzetto esistente, ma quelli attuali restano pur sempre i giorni della polemica, a cominciare dalle parole del direttore generale della New Basket Antonello Corso che aveva detto: “Se l’anno prossimo la squadra non giocherà a Brindisi, la società potrebbe seriamente pensare di vendere il titolo sportivo”.

BRINDISI - Suona un po' come una apertura quella del sindaco Mennitti circa la proposta del patron dell'Enel Basket di ampliare il palazzetto esistente, ma quelli attuali restano pur sempre i giorni della polemica, a cominciare dalle parole del direttore generale della New Basket, Antonello Corso, che aveva detto: "Se l'anno prossimo la squadra non giocherà a Brindisi, la società potrebbe seriamente pensare di vendere il titolo sportivo".

Esternazioni forti e per certi versi preoccupanti, agli occhi dei tifosi che tra l'altro proprio in queste ore stanno ultimando i preparativi per la festa in serie A/1, che potrebbe arrivare già domenica prossima nella partita di Scafati.

La questione è ormai arcinota: dopo la presentazione del progetto di un nuovo palasport, inserito nell'ambito della Cittadella dello Sport, l'amministrazione aveva dato la sua risposta alla richiesta dei tifosi che premevano per un impianto all'altezza del campionato che l'Enel si appresta ad affrontare. Ma la prospettiva di una nuova struttura pronta soltanto tra almeno un anno non era stata ritenuta incoraggiante da Ferrarese, che teme all'idea di un trasloco forzato a Bari, vista l'impossibilità della concessione di una deroga per il Palapentassuglia, anche solo per l'anno prossimo.

"A questo punto, meglio ampliare il palazzetto esistente", aveva suggerito Ferrarese, non prima di aver fatto sapere di essersi recato sul posto assieme ai tecnici della sua azienda, la Prefabbricati Pugliesi, che gli avevano dato parere positivo circa la fattibilità del progetto.

A questo punto, si è scatenato un acceso botta e risposta, a cominciare dai pressochè catastrofici scenari prospettati dalla dirigenza dell'Enel Basket, pronta anche a vendere il titolo sportivo qualora dovesse essere confermato il trasloco forzato a Bari per le partite casalinghe della New Basket.

Ma se fino a qualche giorno fa, l'ipotesi-ampliamento era stata del tutto esclusa dall'amministrazione, nelle ultime ore c'è stata una lieve apertura da parte del sindaco Domenico Mennitti. "Vedremo cosa fare, non escludiamo niente. Ma noi non fuggiamo dalle nostre responsabilità".

Sembrava potesse nascere un braccio di ferro, ma adesso si apre qualche spiraglio in più da parte dell'amministrazione, sebbene restino le critiche sui comportamenti altrui. Era stato lo stesso Mennitti, per esempio, a criticare l'arrendevolezza della società sull'ipotesi-deroga ("Così siamo battuti in partenza" ha detto sempre Mennitti). Concetto, questo, espresso a chiare lettere anche dal presidente del consiglio comunale Giampiero Pennetta: "Lasciate lavorare quest'Amministrazione, entro una decina di giorni si arriverà ad una soluzione definitiva. Ma non ha senso lanciare messaggi allarmanti. Vigliacco è chi fugge, in ogni caso".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzetto: possibili aperture sull'ampliamento

BrindisiReport è in caricamento