rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca

Palazzo Guerrieri, finanziamenti da non perdere: "Qui un laboratorio di ricerca"

L’assessore Covolo, dal Paradiso al Centro, dopo aver fatto la salsa di pomodoro all’ex Fadda: “Struttura da riaprire”. E organizza sopralluogo con prof della Federico II di Napoli

BRINDISI – Prima è stato tra la gente del rione Paradiso, poi ha fatto un “salto” nell’ex Fadda (sua creatura) per vivere il rito della salsa del pomodoro come si faceva una volta e adesso di prepara a riaprire Palazzo Guerrieri. L’assessore Roberto Covolo punta alla realizzazione di un laboratorio di ricerca finanziato con fondi della Regione Puglia che, altrimenti, sarebbero persi. E sarebbe una grande occasione mancata per Brindisi.

La sfida

Roberto Covolo-4-2Per vincere la sfida, il titolare della delega alla Programmazione economica ha deciso di procedere con un sopralluogo all’interno dell’immobile, sede in passato degli uffici del suo assessorato, destinato a diventare Hub della Conoscenza, termine per la prima volta usato quando correva l’anno della Giunta di centrosinistra con Mimmo Consales sindaco e vice Giuseppe Marchionna, poi dimissionario. Sopralluogo aperto alla cittadinanza, con invito recapitato a docenti dell’Università degli Studi di Napoli. La visita, come occasione di conoscenza e progettazione, si svolgerà il prossimo venerdì 24 agosto, alle 11.

Il sopralluogo

“Siete tutti invitati”, ha scritto Covolo sulla sua pagina Facebook, diventata diario per raccontare – passo dopo passo – tutte le iniziative da quando è entrato a far parte della squadra di lavoro del sindaco Riccardo Rossi, in qualità di tecnico. “Bisogna rimodulare il progetto, per renderlo fruibile ai giovani”, dice dopo aver preso atto che il portone del Palazzo (chiamato anche Palazzo Massa) è chiuso da tempo. Troppo tempo.

L’hub della conoscenza

Qualcosa non ha funzionato, come aveva evidenziato lo stesso Rossi, in qualità di consigliere comunale di opposizione, durante i mesi tribolati dell’Amministrazione centrista della sindaca Angela Carluccio. Scrisse persino all’Autorità nazionale anticorruzione, Rossi, assieme a Giuseppe Cellie, adesso presidente del Consiglio comunale. “Vogliamo si faccia luce sul progetto Brindisi Smart Lab e sul concorso pubblico da project manager bandito con riconoscimenti di certificazioni  rilasciate da un istituto privato senza alcun valore legale, il cui vincitore è stato l'unico candidato che possedeva quel titolo, ex consulente Asi”. La missiva risale a gennaio 2017.

palazzo guerrieri assessore covolo-2

I finanziamenti regionali

Nei mesi l’Amministrazione è caduta, l’Hub della Conoscenza non sarebbe mai decollato. Per Covolo è arrivato il momento di invertire la rotta. “Nel 2014 la Regione Puglia affida al Comune di Brindisi un finanziamento per creare un 'hub della conoscenza', il luogo - si legge in un comunicato stampa dell'epoca - nel quale convergeranno i contributi dal basso e le visioni innovative della città che, coniugate con l’utilizzo delle tecnologie digitali, potranno dar luogo ad un’inedita sinergia tra capitale umano ed innovazione in favore del territorio cittadino", ha scritto l’assessore su Facebook.

“Negli anni, lo spazio è stato recuperato e arredato, le attrezzature acquistate e ancora imballate, i volontari mobilitati e poi dimenticati, i nastri tagliati a più riprese, gli incarichi affidati ma ad oggi il portone di Palazzo Guerrieri è chiuso”. Ci sono stati anche tentativi di furti e in un caso, stando a quanto accertato dall’inchiesta della Procura, sono stati sottratti alcuni computer custoditi all’interno dell’immobile. Altra storia, questa.

L’appello ai cittadini

alessandro giordano-3“Venerdì 24 Agosto alle 11 siete tutti invitati al sopralluogo condiviso aperto alla cittadinanza per fare il punto della situazione, spiegare come, d'intesa con la Regione Puglia, intendiamo non perdere i finanziamenti disponibili, rimodulare l'intero progetto e riaprire presto Palazzo Guerrieri come laboratorio di ricerca e sviluppo per i giovani e per la città”.

“Per l'occasione avremo con noi un mio grande amico e ospite speciale: il prof Alex Giordano (Societing4.0 - Università di Napoli Federico II) con cui faremo un incontro aperto a tutti i cittadini sul tema degli spazi delle città”, ha scritto sempre sulla sua pagina Fb.

Giordano (nella foto accanto) è titolare del corso di insegnamento in Comunicazione, marketing e pubblicità ed è autore di diversi testi. In passato ha collaborato con Covolo. E ha risposto con entusiasmo all'invito a Brindisi.

Che sia questa la volta buona per Palazzo Guerrieri? La seconda vita dell'immobile Fadda, a San Vito dei Normanni, alimenta l'ottimismo. Le foto documentano l'obiettivo centrato da Covolo. 

salsa di pomodoro nell'ex fadda-2

L'attuale assessore della Giunta Rossi ha alle spalle, il lavoro svolto per il Comune di San Vito: una scommessa anche quella  per riaprire l'immobile e restituirlo alla comunità, pensando ai giovani, agli anziani e a quanti hanno nel cuore San Vito pur vivendo a centinaia di chilometri di distanza. Il rito della salsa, ne è la prova.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo Guerrieri, finanziamenti da non perdere: "Qui un laboratorio di ricerca"

BrindisiReport è in caricamento