menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I paletti tagliati. Sono un pericolo

I paletti tagliati. Sono un pericolo

Paletti-trappola in largo Angioli

BRINDISI – Disagi questa mattina a largo Angioli nel cuore centro storico di Brindisi: un automobilista durante una manovra ha preso in pieno un paletto “anti-parcheggio” spezzato, ha rotto la coppa dell'olio e tutte le chianche dell'antica piazzetta sono diventate viscide e pericolose.

BRINDISI - Disagi questa mattina a largo Angioli nel cuore centro storico di Brindisi: un automobilista, nei pressi dell'intersezione con via Sant'Ippolito, durante una manovra ha preso in pieno un paletto "anti-parcheggio" spezzato, ha rotto la coppa dell'olio e tutte le chianche dell'antica piazzetta sono diventate viscide e pericolose.

Tutti gli accessi sono stati chiusi e la zona è rimasta interdetta alla circolazione fino a quando una squadra della Monteco ha ripristinato lo stato dei luoghi. Intervento che, da quanto spiegano gli addetti ai lavori, spetterebbe a chi ha provocato il problema ma in questo caso trattandosi di una situazione di pericolo per la comunità, si è resa necessaria un'azione immediata.

Ora ci sono da accertare le varie responsabilità. Di questo si stanno occupando gli agenti della polizia municipale intervenuti sul luogo per i rilievi di rito. A impattare contro il paletto il conducente di un furgoncino Fiat Doblò, il quale avrebbe spiegato che stava eseguendo una manovra per uscire dalla piazza - dove vige il divieto di sosta con rimozione - non accorgendosi della presenza dei tre monconi di ferro perchè sono poco visibili.

La situazione di largo Angioli era stata già oggetto di relazione in passato da parte degli agenti della polizia municipale ma i paletti rotti non sono stati sostituiti. Non è dato sapere da quanto tempo e chi li ha ridotti in quello stato. Questa mattina però si è rischiato grosso. L'olio fuoriuscito dal furgone ha completamente invaso, in pochi secondi, buona parte della piazza mettendo a rischio tutti gli altri automobilisti.

L'immediato intervento degli operatori della Monteco, l'azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti a Brindisi ma anche della pulizia delle strade, ha evitato il peggio riportando la situazione alla normalità in pochi minuti. Ma per completare l'opera vanno rimossi quei tre pericolosi monconi. Finchè si rompe una coppia dell'olio, passi, ma se ci finisse sopra la testa di un motociclista o di un ciclista il discorso diventerebbe un altro.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento