Cronaca

Panche e cestini accatastati in un deposito: andranno nelle piazze

Panche, cestini porta rifiuti in legno, attrezzature per parcheggio di biciclette e altro materiale da arredo urbano accatastati da anni in un deposito comunale di Torchiarolo e mai utilizzati perché destinati al sito archeologico messapico Valesio

TORCHIAROLO – Panche, cestini porta rifiuti in legno, attrezzature per parcheggio di biciclette e altro materiale da arredo urbano accatastati da anni in un deposito comunale di Torchiarolo e mai utilizzati perché destinati al sito archeologico messapico Valesio, situato nell’omonima contrada nelle campagne di Torchiarolo. Destinati all’area archeologica e mai installati per paura dei furti e atti vandalici di cui potrebbero diventare bersaglio. Il sindaco di Torchiarolo Nicola Serinelli ne autorizza l’installazione nelle marine prima e nel paese poi in attesa che il parco sia dotato di impianto di videosorveglianza.

“Ho avuto modo di constatare che nel magazzino del nostro comune risultano giacenti e inutilizzati da anni alcuni beni mobili. Benché utili per sindaco nicola serinelli-2rispondere adeguatamente alle diverse esigenze dei cittadini ed in particolare utili a rendere causa al decoro urbano della nostra città – si legge in una nota inviata dal sindaco agli uffici comunali preposti nonché agli assessori e al consigliere comunale delegato Antonio Martellotti – appare pertanto singolare il fatto che, nel tempo, non si fosse avvertita la necessità di un utilizzo ottimale delle risorse in questione pur essendo disponibili da anni. Apprendo che detti beni sarebbero stati destinati per l’area archeologica di Valesio; a quanto è dato sapere gli stessi non sono mai stati collocati in Valesio per paura di essere abusivamente asportati. Quanto sopra nel mentre su tutto il territorio, in particolare sulle marine persiste da anni una forte esigenza di beni aventi natura come quelli descritti; consegue che il deposito nel magazzino è del tutto ingiustificato. Non dovrebbe peraltro, sfuggire il fatto che in tante zone, in particolare piazze e lungomare, insistono paletti arrugginiti, privi di cestini, pertanto poco dignitosi per un territorio e una realtà che intendono promuovere il turismo facendolo divenire polo attrattivo del proprio sviluppo”.

Per queste ragioni la decisione di collocare quel materiale sulle piazze delle marine: a Lendinuso sul piazzale Pierri, nella piazza centrale e nel piazzale storico, sul lungomare di Lido Presepe, a Torre San Gennaro sul piazzale della “Rotonda”, nel porticciolo e in zona “Mare te le fimmine”.

“Sarà premura dei competenti uffici comunali, al termine della stagione estiva, recuperare il materiale menzionato e ricollocarlo nelle piazze e presso gli edifici scolastici del centro abitato, nelle more di essere definitivamente resi nell’area di Valesio, allorquando saranno concretamente attivi i sistemi di videosorveglianza necessari per salvaguardare e tutelare detti beni. analogamente verrà fatto per le strutture parcheggio bici”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Panche e cestini accatastati in un deposito: andranno nelle piazze

BrindisiReport è in caricamento