rotate-mobile
Cronaca

Partita del cuore con Carlo Molfetta

MESAGNE - Non poteva mancare proprio lui, il campione olimpico di Londra 2012, alla "Partita del cuore" che si terrà sabato 22 dicembre a Mesagne, nella sua città. Carlo Molfetta indosserà la maglia e sarà per una notte il capitano (anche se per lui esiste solo un “capitano”, Javier Zanetti) dell'Avis di Mesagne che sfiderà l’undici dei rappresentanti dell'amministrazione comunale.

MESAGNE - Non poteva mancare proprio lui, il campione olimpico di Londra 2012, alla "Partita del cuore" che si terrà sabato 22 dicembre a Mesagne, nella sua città. Carlo Molfetta indosserà la maglia e sarà per una notte il capitano (anche se per lui esiste solo un "capitano", Javier Zanetti) dell'Avis di Mesagne che sfiderà l'undici dei rappresentanti dell'amministrazione comunale.

Il fischio d'inizio della partita sarà alle ore 15 presso lo stadio comunale "Alberto Guarini" in contrada Tagliata (Strada Provinciale per Serranova) a Mesagne. Donatori Avis contro Rappresentativa amministratori comunali della città di Mesagne con un unico obiettivo: far diventare tutti protagonisti del volontariato e non solo per una giornata. Carlo Molfetta, l'uomo che ha portato la medaglia d'oro di taekwondo in Italia e nella sua Mesagne ad agosto scorso, facendo risplendere il sorriso in una città martoriata tre mesi prima, è socio e donatore Avis da alcuni anni e si è sempre dimostrato vicino al mondo del volontariato.

Quant'è importante avvicinarsi e far parte del volontariato?

"Non è importante ma importantissimo perchè vuol dire pensare realmente a chi soffre e a chi combatte ogni giorno. Far parte del mondo del volontariato significa dare un mano a chi ne ha bisogno anche quando nella nostra vita tutto va bene e crediamo che nessuno in quel momento abbia bisogno di noi. Solitamente, per egoismo, questo non succede e facilmente viene da pensare 'sto bene io, stanno bene tutti' quando invece non è così. La cosa fondamentale è che per qualsiasi ragione ci si avvicini a questo mondo, è che si faccia qualcosa di utile. Non i grandi gesti, ma spesso i più piccoli sono quelli più importanti".

Qual è la mission della partita del cuore di sabato?

"Sabato voglio tutta la mia città allo stadio. Perchè sabato l'Avis e tutti noi saremo protagonisti di un gesto importante. Non sarà importante il risultato, non ci saranno vincitori e perdenti, perchè la cosa più bella sarà quella di vedere lo stadio pieno di mesagnesi. Per dare ancora una volta dimostrazione che Mesagne, la nostra Mesagne è un grande paese. Quindi mi raccomando: venite numerosi".

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partita del cuore con Carlo Molfetta

BrindisiReport è in caricamento