menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sani stili di vita al Cag di Brindisi: partito un progetto con l'Asl

L'incontro con il coordinatore del dipartimento di prevenzione dell'Asl di Brindisi, Liborio Rainò, ha segnato nella giornata di ieri l'avvio dell'iniziativa

BRINDISI - L’incontro con il coordinatore del dipartimento di prevenzione dell’Asl di Brindisi, Liborio Rainò, ha segnato nella giornata di ieri (13 giugno) l’avvio di un interessante progetto fra il Cag di Brindisi e l’azienda sanitaria, ideato con l'obiettivo di diffondere informazioni relative ai sani stili di vita fra i tanti giovani che frequentano il centro di aggregazione giovanile. 

VIDEOSERVIZIO

d2190b70-af4c-421b-98f0-c37eb95a1921-2

Il Cag, come noto, è un servizio sociale istituito dal Comune di Brindisi (Ambito Br1) e gestito dalle coop. “Solidarietà e rinnovamento” e “Amani”, situato al rione al Paradiso nei pressi della caserma della Polizia Municipale (strada per Contardo 61 A), che ad oggi conta circa 400 iscritti, inclusi adulti di tutte le età e ragazzi a partire dai 6 anni. 

25287bc2-6895-4093-aa73-cb46855c0be8-2

Alla lunga lista di iniziative realizzate dal 2009 a oggi dal Cag si aggiunge adesso questo progetto con l’Asl. Il dottor Rainò si è rivolto ad un pubblico di sole donne, mamme e nonne attente e partecipi, spinte dalla consapevolezza dell’importanza del cibo e dell’attività fisica in relazione alla salute. Il prossimo incontro è previsto per settembre e tratterà le dipendenze dalle sostanze psicotrope.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento