rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Patente negata per omosessualità: il caso finisce al Parlamento europeo

CELLINO S. MARCO - Dopo l’interrogazione parlamentare della deputata dei Radicali Rita Bernardini, la vicenda di Cristian Friscina, il giovane omosessuale di Cellino San Marco al quale è stato negato il rinnovo della patente a causa del suo orientamento sessuale, approda al Parlamento europeo. Allertati dall'Associazione Radicale Certi Diritti, gli eurodeputati del gruppo Alde Marietje Schaake, Sophie In't Veld e Gianni Vattimo hanno depositato oggi una interrogazione all'Europarlamento rivolta alla Commissione europea.

CELLINO S. MARCO - Dopo l'interrogazione parlamentare della deputata dei Radicali Rita Bernardini, la vicenda di Cristian Friscina, il giovane omosessuale di Cellino San Marco al quale è stato negato il rinnovo della patente a causa del suo orientamento sessuale, approda al Parlamento europeo. Allertati dall'Associazione Radicale Certi Diritti, gli eurodeputati del gruppo Alde Marietje Schaake, Sophie In't Veld e Gianni Vattimo hanno depositato oggi una interrogazione all'Europarlamento rivolta alla Commissione europea.

Nell'interrogazione, tra l'altro, si chiede quali azioni intraprenderà la Commissione per assicurare che tali atti di discriminazione basata sull'orientamento sessuale non abbiano più luogo, non solo in Italia ma anche negli altri Stati membri. Fra i quesiti posti, gli europarlamentari hanno chiesto anche quando sarà licenziata la Roadmap contro l'omofobia e per i diritti delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transgender, comprendente misure legislative e non-legislative, al fine di assicurare il rispetto, la protezione e la promozione dell'eguaglianza e dei diritti umani di queste persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patente negata per omosessualità: il caso finisce al Parlamento europeo

BrindisiReport è in caricamento