Patentino di saldatura per sette giovani stranieri: concluso il corso di formazione

Il corso, si è sviluppato in aula sui metodi di saldatura, i processi di saldatura ad arco elettrico con elettrodo rivestito, la simbologia dei giunti saldati

BRINDISI - Sabato 28 luglio, alle ore 10, si concluderà il corso teorico-pratico sulla saldatura per 7 giovani provenienti da Nigeria, Mali e Costa d’Avorio ospiti di tre Sprar della nostra provincia, organizzato da InPuglia, associazione di imprese e studi professionali. 

Il corso si è sviluppato in aula sui metodi di saldatura, i processi di saldatura ad arco elettrico con elettrodo rivestito, la simbologia dei giunti saldati, il patentino di saldatura ISO9606-1, le norme di sicurezza di settore, mentre in officina si è spaziato sulle conoscenze di base e primo utilizzo della saldatrice e dei suoi componenti, l’utilizzo dei Dpi di protezione contro gli infortuni, si sono effettuate prove pratiche individuali su metodi di molatura e saldatura dei giunti saldati in piano su lamiera in acciaio al carbonio e, di seguito, in piano su giunti a T fra due lamiere.

corso saldatori-2

Al termine del corso della durata di 40 ore gli allievi sosterranno presso l’officina Brigante Srl, gentilmente messa a disposizione dal titolare Giovanni Brigante, test finali scritti ed esame individuale su metodi di saldatura, conseguiranno il certificato di qualifica del saldatore riconosciuto dall’Organismo internazionale Tuv.

Questa esperienza formativa è una opportunità unica per questi giovani di età compresa tra i 20 ed i 30 anni, grazie a questo patentino potranno cercare un lavoro nel settore metalmeccanico sia all’estero che in città, dove esiste una importante tradizione, generazioni di saldatori cresciuti professionalmente e specializzatisi nelle piccole e medie aziende metalmeccaniche che hanno costruito grandi impianti industriali come quello del petrolchimico e delle centrali enel.

corso saldatori3-2

Generazioni di saldatori che oggi chiedono un ricambio che stenta a concretizzarsi per la mancanza di centri di formazione specializzati ma anche di giovani interessati a svolgere un mestiere impegnativo come quello del saldatore che richiede sacrifici, aggiornamenti formativi continui e costosi. I centri di formazione svolgono un ruolo fondamentale nella gestione dell’incrocio tra domanda e offerta di lavoro, consentono, oltre che di realizzare formazione mirata richiesta dalle imprese, di far incontrare gli imprenditori  con i disoccupati qualificati e/o specializzati  in cerca di occupazione.

Il mondo della saldatura è infinito, numerose sono le specializzazioni, molto richiesti e ben pagati sono i saldatori disponibili a lavorare sia in Italia che all’estero. Obiettivo del corso sarà anche quello di collocare per un primo tirocinio formativo i 7 giovani allievi contando sulla disponibilità offerta da alcune imprese locali.

corso saldatori5-2

Dopo questa esperienza, che segue a due precedenti corsi di formazione per installatori di impianti termici e per carrellisti, gli organizzatori si augurano di proseguire la collaborazione utile e fattiva con i centri Sprar per sperimentare nuova formazione rivolta alle donne su mestieri artigiani che prevedono il coinvolgimento di Maestri Artigiani e delle Botteghe-Scuola, che, con una specifica Legge  della nostra Regione Puglia, si intende incentivare e valorizzare. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

Torna su
BrindisiReport è in caricamento