Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Patto di stabilità 2014: "multati" i Comuni di Brindisi e Latiano, e la Provincia

Sono sessanta i Comuni 'multati' per aver sforato il patto di stabilità interno nel 2014: in totale le sanzioni sfiorano i 12,6 mln di euro. Un decreto della Direzione centrale della finanza locale del Dipartimento per gli affari interni e territoriali del Viminale ha definito le cifre

Sono sessanta i Comuni 'multati' per aver sforato il patto di stabilità interno nel 2014: in totale le sanzioni sfiorano i 12,6 mln di euro. Un decreto della Direzione centrale della finanza locale del Dipartimento per gli affari interni e territoriali del Viminale ha definito le cifre: i capoluoghi colpiti da provvedimento sono Venezia, Potenza e Brindisi.E' il Comune di Venezia a pagare la sanzione più salata da 4,9 mln di euro, a seguire Potenza che deve sborsare 2,1 mln di euro e Brindisi 5.728 euro.

Gli altri enti che hanno violato il patto sono soprattutto campani, siciliani e lombardi. In Campania sono stati sanzionati i Comuni di Ailano, Calvanico, Cancello ed Arnone, Casaletto Spartano, Contrada, Curti, Mercato San Severino, Orria, Orta di Atella, Piedimonte matese, Pietrastornina, Torre Le Nocelle.

In Sicilia, invece, Acate, Aragona, Favara, Lentini, Mirabella Imbaccari, Mussomeli, Piana degli albanesi, Serradifalco, Tortorici, Ustica, Valderice. In Lombardia sanzionati dieci Comuni, in Calabria sette. In Lombardia: Castello di Brianza, Colere, Corte Palasio, Crespiatica, Cuasso al Monte, Fara Gera D'Adda, Laveno-Mombello, Pinarolo Po, Verrua Po e Zavattarello. In Calabria: Campana, Cariati, Cittanova, Cropalati, Riace, Scala Coeli e Zagarise. In Puglia: Biccari, Grumo Appula, Latiano, Martano, Rodi Garganico, San Marco in Lamis, Vernole.

In Piemonte i Comuni di Andezeno, Baldissero Torinese e Racconigi. Il Comune emiliano di Montiano, in Abruzzo Pineto e Scanno, nel Lazio Poli e Tarano, in Molise Colli a Volturno, in Toscana Villafranca in Lunigiana. "La sanzione - si legge nel decreto del direttore centrale della Finanza Locale - comporta per i Comuni la riduzione delle risorse spettanti, per l'anno 2015, a titolo di fondo di solidarietà comunale" e "in caso di insufficienza di risorse" i Comuni "sono tenuti a versare la somma residua entro il 31 dicembre 2015".

Sempre per lo sforamento del patto di stabilità interno 2014, qualche giorno fa, con un altro decreto, erano state rese note le sanzioni nei confronti di 14 Province e delle due città metropolitane di Milano e Torino. Erano state 'multate' le Province di: Ascoli Piceno, Bergamo, Biella, Brindisi, Catania, Chieti, Massa Carrara, Medio Campidano, Salerno, Savona, Siracusa, Varese, Verbano Cusio Ossola e Vibo Valentia. Per la città metropolitana di Torino la sanzione più alta pari a oltre 3,6 mln di euro, seguita da Milano per 2,3 mln, Catania per 2 mln, Bergamo 1,99 mln e Siracusa oltre 950mila euro.



 



 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patto di stabilità 2014: "multati" i Comuni di Brindisi e Latiano, e la Provincia

BrindisiReport è in caricamento