Paziente psichiatrico non vuole essere ricoverato e afferra un infermiere per la gola

VILLA CASTELLI – Un paziente psichiatrico, destinatario di trattamento sanitario obbligatorio, si è violentemente ribellato ieri al ricovero coatto, ed ha aggredito il personale del Centro di igiene mentale di Ceglie Messapica che era andato a prelevarlo. Dopo una dura colluttazione, A.D.U. di 57 anni, di Villa Castelli, è stato immobilizzato e disarmato dagli infermieri. Alcuni secondi prima, il paziente aveva afferrato per la gola proprio un infermiere, poi ha tentato di farsi strada impugnando un coltello.

VILLA CASTELLI – Un paziente psichiatrico, destinatario di trattamento sanitario obbligatorio, si è violentemente ribellato ieri al ricovero coatto, ed ha aggredito il personale del Centro di igiene mentale di Ceglie Messapica che era andato a prelevarlo. Dopo una dura colluttazione, A.D.U. di 57 anni, di Villa Castelli, è stato immobilizzato e disarmato dagli infermieri. Alcuni secondi prima, il paziente aveva afferrato per la gola proprio un infermiere, poi ha tentato di farsi strada impugnando un coltello.

Ma sfruttando il momento giusto, il personale del Cim è riuscito ad avere il sopravvento disarmando A.D.U., e chiamando i carabinieri. I militari hanno denunciato a piede libero il protagonista della vicenda per tentato omicidio, violenza e resistenza a pubblici ufficiali. Alla fine il paziente è stato trasfeito al Cim di Ceglie e ricoverato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Incidente nella notte, quattro giovani feriti. "Ringrazio i medici"

  • Dramma a Savelletri: cadavere di un uomo ritrovato sugli scogli

  • Brindisi: tentatato suicidio in carcere. Detenuto salvato da un agente

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Furto di trattore si conclude con inseguimento, incidente e arresto

Torna su
BrindisiReport è in caricamento