rotate-mobile
Cronaca Mesagne

Pena di morte, Mesagne città per la vita

MESAGNE - Mesagne accoglie anche quest’anno l’appello della Comunità di S. Egidio e di “Citiesforlife” per sensibilizzare la cittadinanza attraverso un gesto simbolico, a sostegno di un progetto di civiltà giuridica che punta all’abolizione della pena di morte. L’edizione del 2011 ha registrato un’eccezionale mobilitazione: 1.400 città, di cui 67 capitali, di 87 paesi del mondo.

MESAGNE - Mesagne accoglie anche quest'anno l'appello della Comunità di S. Egidio e di "Citiesforlife" per sensibilizzare la cittadinanza attraverso un gesto simbolico, a sostegno di un progetto di civiltà giuridica che punta all'abolizione della pena di morte. L'edizione del 2011 ha registrato un'eccezionale mobilitazione: 1.400 città, di cui 67 capitali, di 87 paesi del mondo.

Marce, sit in, spettacoli, assemblee pubbliche. Ogni città che aderisce all'iniziativa mette a disposizione un proprio monumento significativo che rappresenta per l'occasione un "logo vivente" illuminato per sottolineare l'impegno per la causa. A Mesagne la sede della Biblioteca Comunale di piazza IV Novembre sarà illuminata a giorno nella serata di venerdì 30 Novembre.

Quest'anno il numero di adesioni è cresciuto. Saranno 1500 le città partecipanti di circa 100 paesi del mondo. Il 30 novembre è la giornata simbolo per ricordare l'anniversario della prima abolizione della pena capitale ad opera di uno Stato, il Granducato di Toscana. Sarebbe auspicabile che anche le associazioni culturali esistenti sul territorio ed il mondo della scuola partecipassero con assemblee e dibattiti all'iniziativa contro la pena di morte.

Mesagne, come tutte le altre "Città per la vita", sarà inserita nella lista d'onore delle città impegnate in questa iniziativa di civiltà. Il link ed il logo del sito www.citiesforlife.net, a cura della Comunità di S. Egidio, sono disponibili sulla pagina web del Comune, per ogni ulteriore informazione.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pena di morte, Mesagne città per la vita

BrindisiReport è in caricamento