Per il presepe vivente segnalazione di abuso edilizio: la parrocchia smentisce, i vigili fotografano

BRINDISI – Opere in muratura, come base e supporto per una serie di capanne che dovranno accogliere le scene del presepe vivente, da qui a qualche settimana: ma proprio questo particolare, unito al fatto che ciò sta avvenendo in un fazzoletto di verde pubblico recintato, all’inizio di viale Francia, ha spinto qualche cittadino a chiamare i vigili urbani. E da qui è nato un caso che il parroco della chiesa di San Giustino de Jacobis considera già chiuso. Anche se i vigili urbani hanno fatto il loro dovere recandosi sul posto e fotografando tutto, anche se lo stesso parroco domenica ne ha parlato nell’omelia considerando lo zelo degli autori della segnalazione come mal speso, e anche se uno dei parrocchiani, Giovanni Caniglia del Comitato di quartiere, oggi ha diramato una nota parlando di “guardi dell’Imperatore” giunte a sfrattare la Sacra Famiglia.

La parrocchia di Bozzano

BRINDISI – Opere in muratura, come base e supporto per una serie di capanne che dovranno accogliere le scene del presepe vivente, da qui a qualche settimana: ma proprio questo particolare, unito al fatto che ciò sta avvenendo in un fazzoletto di verde pubblico recintato, all’inizio di viale Francia,  ha spinto qualche cittadino a chiamare i vigili urbani. E da qui è nato un caso che il parroco della chiesa di San Giustino de Jacobis considera già chiuso. Anche se i vigili urbani hanno fatto il loro dovere recandosi sul posto e fotografando tutto, anche se lo stesso parroco domenica ne ha parlato nell’omelia considerando lo zelo degli autori della segnalazione come mal speso, e anche se uno dei parrocchiani, Giovanni Caniglia del Comitato di quartiere, oggi ha diramato una nota parlando di “guardie dell’Imperatore” giunte a sfrattare la Sacra Famiglia.

Ma i tufi sono tufi, e la malta è malta. Quindi è un po’ difficile considerare tutto ciò come opere amovibili e provvisorie. A meno che l’accordo tra parrocchia e Comune (che sostiene l’iniziativa) non prevedesse anche l’uso di materiale edilizio vero e proprio, e non solo tende e legname. Toccherà ai vigili e all’Ufficio tecnico chiarire tutto davvero, anche a chi ha segnalato i fatti. Intanto stamani nel boschetto di viale Francia i lavori, almeno quelli di carpenteria in legno, procedevano senza problemi. In un luogo, adattato a laboratorio, altri volontari della parrocchia si stanno dedicando invece alla preparazione dei costumi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto Caniglia scrive: “Di anni ne sono trascorsi tanti, tuttavia anche nel nostro mondo civile ispirato a sani principi di accoglienza e solidarietà,  Gesù rischia di non trovare ospitalità: ‘Lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia, perché per loro non c’era posto nell’albergo’ (Luca 2,7). Per Natale prossimo non sappiamo se potremo riservare a Gesù un’ accoglienza migliore o se le solerti Guardie dell’Imperatore daranno esecuzione all’avviso di sfratto notificato. Attendiamo risposta”. Dipende: se la legge è stata violata, occorrerà dare “a Cesare ciò che è di Cesare”. Ma il comandante dei vigili, leggiamo sul sito di Brundisium.net, dice che tutto è a posto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Spaventoso scontro fra due auto in Emilia: grave un giovane brindisino

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Quattro nuovi casi in Puglia, uno in provincia di Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento