menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Per Mauro, vittima di mafia, la sua scuola chiede un minuto di silenzio

In occasione della Giornata nazionale della memoria delle vittime delle mafia, che ricorre il 21 marzo prossimo, il liceo scientifico "Fermi-monticelli" ricorda Mauro Maniglio, brillante studente del Monticelli, ucciso a 17 anni per errore

BRINDISI – In occasione della Giornata nazionale della memoria delle vittime delle mafia, che ricorre il 21marzo prossimo, il liceo scientifico “Fermi-Monticelli” ricorda  Mauro Maniglio, brillante studente del Monticelli, ucciso a 17 anni per errore da una pallottola che gli tranciò l'aorta poco dopo la mezzanotte tra il 13 ed il 14 agosto 1992, vittima innocente di una guerra tra cosche mafiose.  Invita tutti a fare un minuto di silenzio lunedì 21 marzo alle 10.

“La nostra scuola non lo ha mai dimenticato. Gli ha dedicato il 13 novembre del 1992 l’auditorium del liceo scientifico di via Nicola Brandi e lo ha  adottato come vittima innocente di mafia il 20 marzo 2014, alla presenza di Francesco Mandoi, magistrato della Procura nazionale antimafia, di Marco Dinapoli, procuratore capo di Brindisi, di Mario Dabicco, coordinatore provinciale di Libera, di Nando Benigno della Scuola di formazione politica "Antonino Caponnetto",  di Marcello Orlandini, direttore di BrindisiReport.it”, si legge in una nota stampa.

“Invitiamo tutta la città, le scuole, gli uffici pubblici e privati, le redazioni dei giornali, le organizzazioni di volontariato, le organizzazioni sindacali, gli ordini professionali, tutta la società civile ad unirsi nel ricordo del nostro Mauro, con un minuto di silenzio alle ore 10”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento