rotate-mobile
Cronaca

Per ore in balia del mare in tempesta: due velisti salvati dalla Guardia costiera

La perturbazione abbattutasi nel primo pomeriggio sulla Puglia ha fatto vivere delle ore da incubo a un paio di diportisti rispettivamente di 55 e 36 anni, rimasti a lungo in balia dei marosi a bordo di una barca a vela "Sun Odyssey 32". Grazie all'intervento della Capitaneria di porto, impeccabile nell'attivazione dei soccorsi, entrambi sono stati accompagnati sani e salvi a terra

BRINDISI – La perturbazione abbattutasi nel primo pomeriggio sulla Puglia ha fatto vivere delle ore da incubo a un paio di diportisti rispettivamente di 55 e 36 anni, rimasti a lungo in balia dei marosi a bordo di una barca a vela “Sun Odyssey 32”. Grazie all’intervento della Capitaneria di porto, impeccabile nell’attivazione dei soccorsi, entrambi sono stati accompagnati sani e salvi a terra. Erano in navigazione verso Bari, quando sono stati colti dal fortunale (vento che soffia a un’intensità compresa fra i 103 e i 117 kilometri orari) pomeridiano.

Proprio a causa delle avverse condizioni atmosferiche, l’Sos lanciato dalla barca a vela attraverso una richiesta radiotelefonica di soccorso è giunta con notevoli difficoltà al Maritime rescue sub center, coincidente con il comando regionale della Guardia costiera di Bari. I militari sapevano solo di una barca con due persone a bordo in pericolo nel tratto di mare compreso fra Ostuni e Carovigno, ma non erano in grado di localizzare con maggiore precisione l’unità. Il protocollo previsto in caso di emergenza in mare è partito immediatamente.

La sala operativa della capitaneria di Brindisi,  coordinata dal comandante Mario Valente, ha assunto la direzione e il coordinamento delle operazioni. Subito è stata inviata in zona la motovedetta Cp 844, specializzata nella ricerca e soccorso marittimo, in attesa di acquisire ulteriori informazioni sulla posizione della barca. Mentre il mezzo di soccorso prendeva il mare, la Capitaneria ha appreso che l’imbarcazione era stata investita da una forte buriana a largo delle coste di Specchiolla, riportando parziali danni alla vela, alle sovrastrutture ed un malfunzionamento del motopropulsore.

Una volta stabilito un contatto diretto con i diportisti, nel volgere di pochissimi minuti, nonostante le intemperie, la motovedetta Sar Cp 844 è riuscita ad intercettare la barca, accompagnando i due velisti verso il primo approdo sicuro: il porticciolo di Villanova (Ostuni). Qui la barca a vela è arrivata in serata, dopo circa tre ore di lenta navigazione. Per fortuna, entrambi gli occupanti non sono dovuti ricorrere alle cure dei sanitari. Per loro, quindi, solo un enorme spavento, senza conseguenze fisiche.

Alla luce dell’accaduto, la Capitaneria rammenta “a tutti i naviganti l’importanza di consultare e valutare sempre con attenzione e per tempo i bollettini meteo-marini, emessi ogni 6 ore e continuativamente trasmessi anche in doppia lingua (italiano ed inglese) sul canale radio 68 Vhf, oltre che su internet e nel corso della trasmissione televisiva curata dalla Guardia costiera e denominata ‘Navigare informati’”.  In caso di emergenza, ad ogni modo, il numero telefonico da digitare è il 1530. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per ore in balia del mare in tempesta: due velisti salvati dalla Guardia costiera

BrindisiReport è in caricamento