menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ambulanza sul posto

L'ambulanza sul posto

Perde il controllo del mezzo: grave disabile

LATIANO – Ha perso il controllo del suo triciclo mentre percorreva la discesa di un cavalcavia: un disabile 44enne di Latiano si trova adesso ricoverato in gravissime condizioni presso il reparto di Rianimazione dell’ospedale Perrino di Brindisi.

LATIANO - Ha perso il controllo del suo triciclo mentre percorreva la discesa di un cavalcavia: un disabile 44enne di Latiano si trova adesso ricoverato in gravissime condizioni presso il reparto di Rianimazione dell'ospedale Perrino di Brindisi, dove in tarda mattinata è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Non si sa per quanto tempo il latianese sia rimasto riverso ai margini della strada complanare che corre parallela alla Ss7 Brindisi-Taranto, prima che un automobilista di passaggio chiedesse l'intervento dei soccorritori.

L'episodio è avvenuto prima delle 10 odierne. Stando agli elementi raccolti dai carabinieri della stazione di Latiano coordinati dal comandante Ribezzo, il 44enne stava percorrendo un cavalcavia situato in contrada Errico. Durante la discesa, il suo mezzo speciale di trasporto ha preso velocità. Il malcapitato non è più stato in grado di governarlo. Nel tratto finale del ponte, il triciclo si è ribaltato sul fianco destro e lo sfortunato latianese è stato sbalzato per terra, perdendo i sensi. Al momento dell'arrivo presso il nosocomio brindisino, il 44enne era già in coma.

All'inizio, non si capiva bene cosa fosse successo. In tarda mattinata, intervenuti sul luogo dell'incidente su richiesta dei poliziotti in servizio presso il Posto fisso del Perrino, i carabinieri hanno effettuato un serie di rilievi sul triciclo, escludendo il coinvolgimento di altri mezzi.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento