menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz dell'antidroga: colto in flagrante spacciatore di coca

Perquisizione della Squadra Mobile al rione Cappuccini: sequestrato un etto di sostanza stupefacente, in carcere un 46enne

BRINDISI – Un etto di cocaina già divisa in dosi, il quantitativo medio che uno spacciatore solitamente detiene in casa, è corpo di reato che ha aperto le porte del carcere nella giornata di ieri venerdì 6 marzo a Paride Luciano Molfetta, 46 anni, originario di Mesagne ma lungo tempo residente a Brindisi nel rione Cappuccini, dove la Polizia di Stato si è presentata per effettuare una perquisizione.

La sezione antidroga della Squadra Mobile, sulla base di elementi indiziari raccolti nel corso delle indagini aperte sulle reti di spaccio operanti in città, aveva individuato in Molfetta uno dei punti di riferimento dei consumatori di cocaina. Sospetti dimostratisi poi fondati: in casa del mesagnese gli investigatori hanno rinvenuto 48 dosi per un totale di 106 grammi di coca, pronte per finire sul mercato del fine settimana.

cocaina sequestrata a Paride Luciano Molfetta (2)-2

L’uomo, già noto per lo stesso genere di reati, nel momento in cui è scattato l’intervento della polizia stava era appunto al “lavoro”, impegnato nell’attività di cessione delle dosi, che in parte aveva addosso. Sequestrate anche banconote per un totale di 1400 euro, ritenute provento delle attività di spaccio di cocaina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

Alimentazione

I motivi per cui il peso varia da un giorno all'altro

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento