menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perseguita la ex moglie nonostante il divieto di avvicinamento: arrestato

Nonostante un arresto in flagranza di reato per aver aggredito la ex moglie e il divieto di avvicinamento alla stessa, ha continuato a perseguitarla

CEGLIE MESSAPICA – Nonostante un arresto in flagranza di reato per aver aggredito la ex moglie e il divieto di avvicinamento alla stessa, ha continuato a perseguitarla: per lui scatta un nuovo arresto con collocazione ai domiciliari. Protagonista di questa vicenda un 43enne Ceglie Messapica.

Un paio di settimane fa l’uomo, durante un incontro “chiarificatore” con la ex la aggredì mordendola al mento. La situazione degenerò quando la donna tentò di spiegargli che per lei era arrivato il momento di rifarsi una vita con un’altra persona e di convincerlo a lasciarla in pace. L’uomo in preda auna crisi di gelosia la aggredì mordendole il mento. Intervennero subito i carabinieri che trovarono la vittima in preda al panico, che piangeva tremando. Fu accompagnato in ospedale e l’autore delle aggressioni fu arrestato in flagranza di reato. La donna, inoltre, denunciò agli uomini dell’Arma, una serie di episodi vessatori, minacce e messaggistica sui social network di cui è stata oggetto da parte dell’ex marito.

L’uomo fu scarcerato e sottoposto al divieto di avvicinamento alla ex. Ma da quanto accertato sin da subito ha ripreso ad attuare nei confronti della donna una serie di comportamenti persecutori  e vessatori. Violando in più circostanze, e non in maniera episodica, la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla persona offesa e la prescrizione di non comunicare con la stessa, pedinandola e tempestandola di telefonate.

I fatti sono stati segnalati dai carabinieri all’Autorità Giudiziaria che ha sostituito le precedenti misure cautelari con il provvedimento maggiormente afflittivo degli arresti domiciliari. Pertanto l’indagato è stato arrestato e condotto nella sua abitazione luogo di espiazione della misura, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento