rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

Pesca illegale, sequestro a Gallipoli

GALLIPOLI – I pescatori sportivi non possono prelevare più di 5 chilogrammi di prede al giorno salvo una sola preda di peso superiore. Ma quelli che ci marciano (e vendono anche il pesce) non sono pochi. Ecco un caso avvenuto a Gallipoli.

GALLIPOLI ? I pescatori sportivi non possono prelevare più di 5 chilogrammi di prede al giorno salvo una sola preda di peso superiore. Ma quelli che ci marciano (e vendono anche il pesce) non sono pochi. Ecco un caso avvenuto a Gallipoli.

Alle 8.10 di oggi personale della squadra nautica della Polizia di Stato procedeva al controllo di un pescatore sportivo, mentre ormeggiava il proprio natante presso la banchina Seno del Canneto del porto pescherecci di Gallipoli.

Il giovane, F.S., gallipolino di 20 anni, aveva a bordo pescato non per cinque, ma per ben 45 chili: dei quali 10 chili di saraghi orate e dentici; 30 chili circa di murene e gronghi;   5,3 chili di pesce da zuppa di vario tipo e taglie (scorfani, perchie, saraghetti).

Il pescato, previa autorizzazione della Capitaneria di Porto di Gallipoli, è stato destinato per beneficienza all?associazione di volontariato ?Figlie della Carità?. La polizia ha proceduto al sequestro dell?attrezzo da pesca, un palamito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesca illegale, sequestro a Gallipoli

BrindisiReport è in caricamento