menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pesca illegale al tonno rosso: supermulta a un brindisino

Il periodo per la pesca al tonno rosso per il 2016 è scaduto da molte settimane, ma un pescatore sportivo brindisino è stato sorpreso dalla Guardia Costiera dopo aver catturato un esemplare di 40 chili

BRINDISI – E’ già abbondantemente scaduto il periodo in cui per il 2016 era consentita la pesca professionale e sportiva del tonno rosso, esattamente con direttiva del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali del 26 luglio scorso, ma un brindisino stamani ha ugualmente catturato alla traina un esemplare di 40 chili di Thunnus thynnus, finendo però in un controllo della Guardia Costiera.

Le conseguenze sono state il sequestro dell’attrezzatura da pesca sportiva e una sanzione di 6mila euro, il doppio di quanto previsto dalla nuova normativa (varata in questo caso il 28 luglio) quando si tratta appunto di esemplari di tonno rosso o di pesce spada. Il tonno sequestrato è stato donato alla mensa della Caritas diocesana di via Porta Lecce. Il tonno rosso, come è noto, è protetto da severe normative europee per impedirne l’estinzione a causa della pesca serrata condotta con metodi industriali in Mediterraneo da navi anche giapponesi.

Il personale della Guardia Costiera con il tonno rosso sequestrato-2

Sempre nell’ambito dei controlli disposti dal comandante della Capitaneria di Brindisi, capitano di vascello Salvatore Minervino, una motovedetta alle prime luci dell’alba e quasi a conclusione della perlustrazione notturna nell’Area marina protetta di Torre Guaceto, ha incrociato due imbarcazioni da diporto che attraversavano a motore le acque della riserva in zona vietata. Entrambi i conducenti sono stati destinatari di sanzioni severe, previste per colpire chi viola i confini delle Amp.

Infine, ricorda il comandante Minervino, stanno per partire i controlli sul rispetto del fermo della pesca a strascico stabilito dal 17 settembre al 30 ottobre, da Brindisi a Imperia, e della pesca al pesce spada, con ispezioni a sorpresa nei punti di sbarco dei prodotti ittici.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento