Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Pestaggio al Cie di Restinco: un uomo in prognosi riservata

Un richiedente asilo originario dell’Albania è ricoverato in gravi condizioni nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Perrino di Brindisi

BRINDISI – Un richiedente asilo originario dell’Albania, il 40enne Ilir Kakay, è ricoverato in gravi condizioni nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Perrino di Brindisi per le lesioni riportate in seguito a un pestaggio di cui è rimasto vittima nel Cie (Centro di identificazione ed espulsione) di Restinco, dove si trovava recluso. Ha riportato un trauma cranico commotivo e lesioni al torace. 

I fatti risalgono a ieri (mercoledì 28 febbraio) e sono in fase di ricostruzione da parte degli agenti della Squadra mobile, diretti dal vice questore Antonio Sfamni, intervenuti insieme al personale addetto alla sicurezza. Secondo quanto accertato fino a questo momento l'uomo sarebbe stato picchiato da un gruppo di stranieri, sembrerebbe di origine africana, anch'essi ristretti nello stesso centro per immigrati. Al momento non è stato accertato il movente della brutale aggressione, qualche dettaglio in più potrebbe emeregere dall'ascolto della vittima quando sarà in grado parlare con gli investigatori. Da quanto si apprende le sue condizioni di salute sono migliorate nel corso della giornata di oggi, non correrebbe pericolo di vita. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pestaggio al Cie di Restinco: un uomo in prognosi riservata

BrindisiReport è in caricamento