menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Piano di riordino ospedaliero, incontro Emiliano - Anci

Piano di riordino ospedaliero, incontro Emiliano - Anci

Piano di riordino ospedaliero, Anci: "Comuni poco coinvolti dalla Regione"

L'Anci (Associazione nazionale comune italiani) ha chiesto maggiore coinvolgimento dei comuni nell'iter che accompagnerà l'approvazione del piano di riordino ospedaliero

BRINDISI – L’Anci (Associazione nazionale comune italiani) ha chiesto maggiore coinvolgimento dei comuni nell’iter che accompagnerà l’approvazione del piano di riordino ospedaliero. Lo ha fatto nel corso di un incontro con il presidente della Regione Puglie, Michele Emiliano, svoltosi nella giornata di oggi (25 marzo). La delegazione di Anci era composta dal presidente sen. Luigi Perrone, dal vicepresidente vicario Gianvito Matarrese, dal segretario Domenico Sgobba, dal sindaco di Triggiano, Vincenzo De Nicolò e dal consulente tecnico Nicola Rosato, ha incontrato.

Il governatore era accompagnato dal vicepresidente Antonio Nunziante e dal direttore Area salute, Giovanni Gorgoni.  L’associazione dei comuni ha consegnato al presidente Emiliano un documento in cui vengono evidenziate le criticità del Piano e le richieste dell'Associazione rivenienti anche dall'assemblea dei Comuni svoltasi lo scorso 14 marzo a Bari.

L'Anci ha sottolineato la mancanza di un coinvolgimento serrato, nel merito del Piano ed ha ribadito la necessità di concordare in questa fase, un percorso condiviso che tenga conto dei seguenti punti fondamentali: organizzazione rete dell’emergenza/urgenza; programmazione e pianificazione dei servizi territoriali; rete ospedaliera; indirizzo degli investimenti per ammodernamento delle strutture e organizzazione Medici famiglia rispetto al territorio.

Emiliano, dopo aver ascoltato le richieste dei Comuni, ha sottolineato le difficoltà della Regione, dovute soprattutto alla rigidità delle posizioni del Governo, contenute nel DM 70/2015, per ristrettezza di tempi, vincoli e risorse.  

Il governatore ad ogni modo si è reso disponibile a riconoscere l'Anci quale unico interlocutore della Regione, di concerto nelle assemblee dei sindaci delle Asl, in rappresentanza degli enti locali, avviando da subito un confronto e un dialogo permanente con l'Associazione, teso a monitorare e risolvere le criticità emerse per migliorare la programmazione sanitaria a livello territoriale. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento