menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchia l'ex fidanzata scesa dal bus e la minaccia di morte: arrestato per stalking

Ai domiciliari con l'accusa di atti persecutori un brindisino di 40 anni, già denunciato in passato dalla donna. L'ordinanza eseguita dagli agenti delle Volanti

BRINDISI - "Voglio solo parlarti". Ma dialogo con l'ex fidanzata non ci sarebbe stato. L'ha aggrediata e picchiata, dopo averla vista scendere dal bus e l'ha anche minacciata di morte, sino a seguirla sotto casa della madre. Atti persecutori, stalking, secondo l'accusa mossa nei confronti di un brindisino di 40 anni, P. A, ai domiciliari in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip, per impedire la reiterazione del reato.

L'aggressione

L'uomo, stando a quando ricostruito nel provvedimento di arresto, la sera del 31 marzo scorso, avrebbe seguito e picchiato la donna, 34 anni, residente a Brindisi. Lei ha sporto denuncia davanti agli agenti della sezione Volanti, riferendo di essere stata malmenata dall'ex con il quale aveva avuto una relazione durata cinque anni. Gli agenti l'hanno vista in lacrime, "presentava ecchimosi sulla fronte,  vistose lacerazioni sui jeans all’altezza delle  ginocchia, nonché abrasioni sulla punta delle scarpe".Dieci giorni di prognosi, stando al referto medico acquisito dai poliziotti.

Prontamente soccorsa, la donna  raccontava che da pochi mesi aveva interrotto una relazione,  il quarantenne  e che lui non si rassegnava. Quella sera, appena scesa dall'autobus, si sarebbe trovata  davanti l’ex fidanzato che tentava di fermarla dicendole di volerle  parlare per tentare un riavvicinamento. "La donna proseguiva verso casa della madre, determinata a non voler avere più contatti con quell’uomo; questi, iniziava a minacciarla di morte, continuando a seguirla", si legge nel provvedimento di arresto eseguito questa mattina.

Le minacce e le denunce

Nel tentativo di farlo desistere, la donna avrebbe mostrava il proprio cellulare affermando di aver registrato le minacce nel tentativo di farlo desistere. Ma niente. Poco prima di giungere a destinazione, stando alla denuncia, il quarantenne l'avrebbe "afferrata per il giubbotto strattonandola e facendola cadere a terra, poi i la trascinava sull’asfalto per alcuni metri, procurandole le ferite e lacerazioni riscontrate dagli agenti". L'uomo è stato trovato sotto casa della madre della donna nei confronti della quale continuava ad inveire. 

In sede di denuncia, la donna ha riferiva che anche nel corso della loro relazione, lui aveva avuto un comportamento violento ed intimidatorio nei suoi confronti, tanto che per due volte aveva sporto denuncia. Denunce poi ritirate anche su pressione ed intimidazione dell’uomo.

           

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

  • Cronaca

    Falsa infermiera a casa per prenotare i vaccini: monito dell'Asl

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento