rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Fasano

Picchia la madre con una spranga

FASANO – La madre si rifiuta di sborsare denaro e lui la picchia con una spranga. Poi fugge ma i carabinieri lo rintracciano e lo arrestano. Protagonista di questa vicenda un 30nne di Fasano Leonardo Ancona. È accusato di tentata estorsione, lesioni personali e maltrattamenti in famiglia. La donna, affidata alle cure dei sanitari dell'ospedale Umberto I di Fasano, ha riportato ferite e contusioni guaribili in cinque giorni.

FASANO - La madre si rifiuta di sborsare denaro e lui la picchia con una spranga. Poi fugge ma i carabinieri lo rintracciano e lo arrestano. Protagonista di questa vicenda un 30nne di Fasano Leonardo Ancona. È accusato di tentata estorsione, lesioni personali e maltrattamenti in famiglia. La donna, affidata alle cure dei sanitari dell'ospedale Umberto I di Fasano, ha riportato ferite e contusioni guaribili in cinque giorni.

L'aggressione nei confronti della genitrice è scaturita in seguito al rifiuto della donna di esaudire l'ennesima richiesta di denaro da parte del figlio. Ancona, dopo aver maltrattato la madre, l'ha picchiata anche con un bastone di ferro fuggendo poi tra le campagne fasanesi.

Sul posto, per i rilievi di rito e le ricerche del giovane, i carabinieri della locale compagnia. Il 30enne è stato rintracciato poco dopo in località Lamie d'Olimpia, agro di Fasano. Dopo le formalità di rito, Leonardo Ancona è stato rinchiuso nella casa circondariale di Brindisi a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la madre con una spranga

BrindisiReport è in caricamento