menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchiati dal "branco": minorenni aggrediti in pieno Centro da baby-gang

[Auto polizia] BRINDISI - Due aggressioni da parte di baby-gang in pieno Centro, in una sola sera, e sotto gli occhi della gente. Complessivamente, quattro ragazzini sono stati fatti oggetto di calci, pugni e schiaffi da parte del “branco”. Due gli episodi distinti, uno sul lungomare Regina Margherita, l’altro pochi minuti dopo in piazza Cairoli. Nessuno dei ragazzini colpiti, per fortuna, è finito in ospedale, ma tra gli aggressori (minorenni, ovviamente) c’è già un denunciato.

BRINDISI - Due aggressioni da parte di baby-gang in pieno Centro, in una sola sera, e sotto gli occhi della gente. Complessivamente, quattro ragazzini sono stati fatti oggetto di calci, pugni e schiaffi da parte del "branco". Due gli episodi distinti, uno sul lungomare Regina Margherita, l'altro pochi minuti dopo in piazza Cairoli. Nessuno dei ragazzini colpiti, per fortuna, è finito in ospedale, ma tra gli aggressori (minorenni, ovviamente) c'è già un denunciato.

I fatti. Il primo caso è avvenuto sabato sera attorno alle 21, sul lungomare Regina Margherita. Un branco di "bulli", composta da 10-15 persone, per motivi futili ha iniziato a discutere con due ragazzini che passavano di lì per caso. Nel giro di pochi secondi, le botte. Calci e pugni, ed è stato necessario l'intervento di alcuni passanti adulti per dirimere la questione. Pochi minuti dopo, però, lo stesso branco si è spostato fin su piazza Cairoli, per compiere un'altra aggressione a caso, forse la più grave delle due. Ad essere stato colpito alle spalle con uno spintone è stato un ragazzino di 15 anni che aveva l'unica "colpa" di giocare con il suo telefonino. E' bastata una semplice reazione verbale, istintiva contro uno dei bulletti, che il ragazzino è stato vigliaccamente accerchiato. Anche in questo calci, pugni, schiaffi, sputi. Accanto alla vittima, l'amico quattordicenne che non ha fatto nemmeno in tempo ad intervenire in difesa, che si è beccato un calcio da un altro dei ragazzi del branco. Ne è nata una rissa impari, con due ragazzini picchiati e che dovevano difendersi dalle botte che piovevano da una quindicina di persone.

Poco distante, si trovavano i genitori di uno dei due ragazzini picchiati. Accortisi della selvaggia aggressione, gli adulti si sono precipitati per intervenire, mentre qualcuno ha chiamato il 112. Poco lontano, infatti, si trovava una pattuglia dei carabinieri che si è portata direttamente su piazza Cairoli. Solo alla vista dei militari, il branco si è separato, e un carabiniere è riuscito a bloccare uno degli aggressori, un quindicenne che è stato riaffidato ai genitori. Nei suoi confronti, comunque, è scattata la denuncia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento