menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ospedale Vito Fazzi di Lecce

L'ospedale Vito Fazzi di Lecce

Pipì davanti alla chiesa? Via con le botte

LECCE – Fanno pipì vicino al muro laterale della Chiesta Santa Croce di Lecce e quando due giovani li rimproverano rispondono con minacce e aggressioni. La polizia li denuncia. Protagonisti di questo vergognoso episodio tre Brindisini: F.S. di 21 anni, S.D.T. si 19 anni e A.E. 20. Tutti rispondono di lesioni personali gravi e due di loro (S.F e A.E.) anche di atti contrari alla pubblica decenza.

LECCE - Fanno pipì vicino al muro laterale della chiesta Santa Croce di Lecce e quando due giovani li rimproverano rispondono con minacce e aggressioni. La polizia li denuncia. Protagonisti di questo vergognoso episodio tre brindisini: F.S. di 21 anni, S.D.T. si 19 anni e A.E. 20. Tutti rispondono di lesioni personali gravi e due di loro (S.F e A.E.) anche di atti contrari alla pubblica decenza.

I due leccesi feriti, di 33 e 35 anni, sono stati costretti a ricorrere alle cure mediche presso il Pronto soccorso dell'ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove a entrambi sono stati riscontrati traumi vari con ferite lacero contuse e fratture, con prognosi di 30 giorni ciascuno. L'episodio di cui i brindisini si sono resi protagonisti risale alle 2,40 della notte scorsa quando gli agenti della Sezione volanti della Questura di Lecce, al comando del vice questore Carmine Ingrosso, sono intervenuti in corso Umberto I per un pestaggio.

Le due vittime hanno raccontato tutto ai poliziotti descrivendo anche il gruppo di aggressori: si trattava di quattro giovani. Gli agenti si sono messi alla ricerca dei responsabili dell'episodio di violenza trovandoli in via Idomeneo. Il gruppo è anche stato riconosciuto dalle vittime.

I due leccesi aggrediti hanno dichiarato che l'aggressione era scaturita a seguito di un richiamo fatto nei confronti dei brindisini mentre erano intenti a fare bisogni fisiologici sul muro laterale della Chiesa Santa Croce, incuranti delle numerose persone che affollavano il centro storico. Tutti sono stati accompagnati presso gli uffici della Sezione volanti e tre di essi denunciati. Si è accertato, infatti, che il quarto giovane brindisino non aveva attuato alcuna condotta penalmente rilevante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento