menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il gommone della Squadra nautica della polizia

Il gommone della Squadra nautica della polizia

Pirati del mare, bloccato un motoscafo alla Conca

BRINDISI – Un’altra batosta ai pirati del mare che mettono in pericolo l’incolumità dei bagnanti. Questa volta la Squadra nautica della Polizia di Stato ha bloccato un giovane brindisino con precedenti penali che scorazzava in motoscafo nelle acque antistanti “La Conca”, una insenatura poco fuori dalla Diga di Bocche di Puglia, sulla litoranea nord, molto frequentata dai brindisini.

BRINDISI - Un'altra batosta ai pirati del mare che mettono in pericolo l'incolumità dei bagnanti. Questa volta la Squadra nautica della Polizia di Stato ha bloccato un giovane brindisino con precedenti penali che scorazzava in motoscafo nelle acque antistanti "La Conca", una insenatura poco fuori dalla Diga di Bocche di Puglia, sulla litoranea nord, molto frequentata dai brindisini.

Incurante di ogni normativa, il 18enne ieri pomeriggio compiva evoluzioni a pochissima distanza dai bagnanti. Il gommone della polizia ha manovrato in maniera tale da stringere sotto costa il motoscafo pirata, allo scopo di evitarne la fuga, mentre subito dopo il conducente e il natante sono stati bloccati a terra da un'altra pattuglia della Squadra nautica.

Il giovane è stato sanzionato e denunciato per inosservanza delle norme sulla sicurezza della navigazione, per il motoscafo è stato chiesto al magistrato di turno un decreto di sequestro. L'altro giorno sempre la Squadra nautica (che fa parte della Sezione volanti) aveva intercettato e sequestrato una moto d'acqua pirata poco più a nord, a Giancola.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Le nuove aperture in pandemia, simbolo di coraggio e speranza

Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento